03 Dicembre 2022 - 13:49

Goal, ammonito o espulso, il sostituto al pari del titolare: Sisal lancia la scommessa DUO in esclusiva per Serie A e Champions

La staffetta tra Gianni Rivera e Sandro Mazzola, nell’Italia degli Anni 70, rimane la più famosa della storia del calcio. Spesso il cambio risultò decisivo, come nella “Partita del Secolo”

28 Ottobre 2022

Print Friendly, PDF & Email

La staffetta tra Gianni Rivera e Sandro Mazzola, nell’Italia degli Anni 70, rimane la più famosa della storia del calcio. Spesso il cambio risultò decisivo, come nella “Partita del Secolo” tra Italia e Germania Ovest quando il numero 14 azzurro segnò la rete che portò la Nazionale italiana in finale ai Mondiali di Messico 1970 dopo aver preso il posto del collega nerazzurro. Il dualismo tra i leader di Milan e Inter sarebbe stato perfetto per la nuova DUO, la scommessa esclusiva che da oggi Sisal propone sui canali retail e online.
Disponibile sull’intero palinsesto di Serie A e Champions League, farà il suo esordio già dal prossimo weekend di campionato e darà la possibilità di scommettere sul marcatore, ma di vincere anche con qualsiasi suo sostituto.

Un avvicendamento che, se con Rivera-Mazzola, era praticamente scontato, in altri match può rappresentare una sorpresa Con DUO diventa un’eccellente opportunità, quella di avere una seconda possibilità di vincita senza nessuna penalizzazione sulla quota.
Luis Alberto, numero 10 della Lazio, quest’anno è andato a segno, in campionato tre volte e sempre da sostituto. Se non è record poco ci manca. Ma non solo in Serie A le sostituzioni possono cambiare il corso degli eventi. Basta chiedere a Sir Alex Ferguson il quale, grazie alle reti di Teddy Sheringam e Ole Gunnar Solskjær partiti dalla panchina, vinse la sua prima Champions League nel 1999. La nuova scommessa DUO però non riguarda solo i bomber ma anche i giocatori di temperamento che finiscono sul taccuino dell’arbitro a causa di un cartellino giallo o rosso. La foga agonistica o la voglia di dimostrare che il proprio allenatore si sbaglia a lasciarli in panchina, spesso portano gli atleti a mettere troppa garra negli interventi: è il caso di Valerio Verre, terzo giocatore più ammonito del campionato con 4 gialli tutti presi entrando a gara in corso.
Goal o cartellino. Esultare per una marcatura o per un’ammonizione o addirittura un’espulsione. Emozioni che prima si spegnevano al momento del cambio ma che, invece, da ora continueranno fino al termine della partita grazie a DUO.

 

PressGiochi