04 Dicembre 2020 - 14:33

Giuliani (ADM) a PressGiochi: “Le normative locali impatteranno sulla raccolta degli apparecchi con una riduzione per Awp e Vlt del -4%”

“Le Awp e le Vlt sono due facce della stessa medaglia. Alle Awp si gioca con le monete a gettone e hanno vincite massime di 100 euro, le vlt permettono

15 Gennaio 2020

Print Friendly, PDF & Email

“Le Awp e le Vlt sono due facce della stessa medaglia. Alle Awp si gioca con le monete a gettone e hanno vincite massime di 100 euro, le vlt permettono di giocare con le banconote e la possibilità di vincere jackpot di migliaia di euro quindi hanno una potenzialità di gioco enorme. E’ chiaro che dal punto di vista dei meccanismi, l’incidenza delle vlt è sicuramente superiore sui giocatori. Dobbiamo ragionare però anche su dove vengono collocate”.

 

Lo dichiara a PressGiochi il dott. Antonio Giuliani dell’Ufficio Apparecchi da gioco dei Monopoli di Stato.

 

“Le Awp sono 265mila presenti in un numero molto elevato di esercizi, mentre le Vlt sono ristrette a sale dedicate e si rivolgono anche a una tipologia di giocatore differente.

Piemonte ed Emilia Romagna, le due regioni che al momento sono allo stato più avanzato della normativa, come possiamo vedere, hanno affrontato la questione in maniera assolutamente differente. Il Piemonte si è rivolta in un primo step ad introdurre i divieti agli esercizi generalisti e solo ora alle sale dedicate, mentre l’Emilia Romagna ha fatto esattamente il contrario.

In realtà non esiste un modo giusto di affrontare la questione, di sicuro il settore ha risentito del cambio di normativa. Di certo c’è un calo della raccolta per le Awp che si attesterà quest’anno intorno al 4%, le Vlt che fino ad oggi avevano beneficiato del fatto che molti giocatori si erano spostati dalle Awp alle Vlt in seguito alla riduzione del parco macchine, quest’anno subiranno una riduzione dello stesso livello. Quindi attualmente l’impatto di questo tipo di normative è dello stesso tipo su entrambi i tipi di apparecchi. E’ chiaro che le Vlt hanno una filiera più corta, quindi probabilmente il margine sarà maggiore. Inoltre hanno una tassazione inferiore anche se restituiscono in vincite molto di più.

Fino allo scorso anno la riduzione delle Awp era stata compensata da un aumento delle Vlt. Quest’anno, potrebbe esserci per la prima volta una riduzione della raccolta uniforme complessiva, per quanto riguarda il mondo degli apparecchi.

E’ chiaro che su questo influiscono le normative locali, non si può escludere che abbia influito anche le normativa di tipo tecnico, l’aumento della tassazione e la tassazione sulle vincite. Un giocatore informato che sa che il payout è calato può inconsciamente spostarsi verso altre attività i gioco o sul gioco illegale. La Vlt ha una percentuale media di payout dell’87,7%. Altissima. Il giocatore informato, non quello occasionale, può percepire la riduzione del payout e in teoria questo può condurre ad una riduzione della raccolta. Sono tanti i fattori che stanno impattando sulla raccolta e dire quale pesa di più e’ difficile.

Il sistema italiano – conclude Giuliani –  è probabilmente il sistema più evoluto al mondo, la nostra rete di apparecchi è unica al mondo, quindi le tecniche di investigazione e controlli sono totalmente diverse rispetto all’estero. C’è una collaborazione con l’Interpol soprattutto sulle scommesse, anche se in realtà il gioco illegale tramite apparecchi se viene realizzato è legato all’uso di totem che non sono apparecchi ma strumenti collegati a siti esteri non eutorizzati”.

 

PressGiochi