16 Maggio 2022 - 08:06

Giochi nel Lazio. Perrone (Sapar) a PressGiochi: “Formazione degli addetti, punto cardine del nostro manifesto”

“Abbiamo incontrato i rappresentanti della presidenza della regione Lazio e abbiamo sviscerato a grandi linee la portata degli interessi coinvolti da questa normativa – ha affermato Gabriele Perrone di Sapar

29 Aprile 2022

Print Friendly, PDF & Email

“Abbiamo incontrato i rappresentanti della presidenza della regione Lazio e abbiamo sviscerato a grandi linee la portata degli interessi coinvolti da questa normativa – ha affermato Gabriele Perrone di Sapar Lazio in occasione della manifestazione dei lavoratori con la quale è stata chiesta la modifica della legge che da agosto introdurrà il distanziometro in Regione-. Si sono impegnati ad istituire da subito un tavolo di confronto con i lavoratori per far si che si possa addivenire entro giugno ad una soluzione condivisa che ci permetta di non arrivare all’entrata in vigore del distanziometro che azzera un comparto a livello territoriale”.

“Chiediamo la giusta considerazione per un comparto strategico che non può prescindere da un dialogo leale e corretto e da una puntuale concertazione che deve svolgersi con tempistiche idonee per affrontare argomenti così ampi”.

Sul tavolo si è discussa la proroga per un anno?

“Non siamo entrati nel dettaglio di quello che sarà ma abbiamo preferito tracciare un perimetro di quelli che dovranno essere i temi per la soluzione”.

La Legge regionale non dà chiare indicazioni sulla necessità di formazione degli operatori di cui avete parlato…

“Esattamente. In altre regioni questo aspetto è previsto. Un punto cardine del nostro manifesto è proprio la formazione puntuale, continuativa ed obbligatoria per gli addetti dei locali sia generalisti che dedicati nei quali si effettua gioco pubblico” ha concluso Perrone.

PressGiochi

×