12 Agosto 2020 - 14:34

Germania. L’Università di Hohenheim avverte: “Il Terzo Trattato sul gioco d’azzardo potrebbe essere inefficace”

Il Centro di ricerca sul gioco d’azzardo dell’Università tedesca di Hohenheim ha affermato che il regolatore tedesco del gioco potrebbe diventare una “tigre senza denti” quando entrerà in vigore il

06 Marzo 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il Centro di ricerca sul gioco d’azzardo dell’Università tedesca di Hohenheim ha affermato che il regolatore tedesco del gioco potrebbe diventare una “tigre senza denti” quando entrerà in vigore il nuovo Trattato statale.

Il professore Tilman Becker afferma che il nuovo trattato deve essere idoneo allo scopo quando entrerà in vigore al fine di prevenire adeguatamente il gioco d’azzardo illegale e proteggere i giocatori, specialmente mentre il mercato continua a svilupparsi e a maturare. “Ci sono sempre nuove forme di gioco d’azzardo con nuovi sviluppi tecnici”, ha spiegato Becker. “Esempi potrebbero essere l’uso della tecnologia blockchain e dell’intelligenza artificiale. Il Trattato presenta linee sfocate tra gioco e gioco d’azzardo e diffusione del marketing di affiliazione basato su Internet “.

Ad intervenire sulla questione anche l’EGBA. La European Gaming and Betting Association (EGBA) ha delineato una serie di raccomandazioni volte a migliorare le proposte per il Terzo trattato di Stato sul gioco d’azzardo in Germania. Le raccomandazioni sono arrivate prima di una riunione delle parti interessate organizzata dal governo regionale della Vestfalia del nord che si è svolta a fine febbraio.
EGBA ha affermato di accogliere con favore i progressi verso lo sviluppo di un nuovo regolamento sul gioco d’azzardo online. Tuttavia, ha avvertito che i progetti di proposta di trattato erano incoerenti, eccessivamente restrittivi nel contesto dell’attuale domanda dei consumatori e che compromettono il compito di sviluppare un mercato iGaming pienamente funzionante.

“Un nuovo regolamento sul gioco d’azzardo online è estremamente necessario in Germania. Tuttavia, queste nuove proposte potrebbero aggravare ulteriormente l’attuale disfunzione normativa. Un’offerta interessante di prodotti è assolutamente essenziale per raggiungere un ambiente di gioco sicuro e ben canalizzato. Tuttavia, le restrizioni proposte impedirebbero questo ”, ha affermato Maarten Haijer, segretario generale.

 

PressGiochi