08 Febbraio 2023 - 15:24

Germania. Il GGL approva 78 richieste di licenza per poker e slot online

Il nuovo regolatore federale tedesco del gioco d’azzardo, Gemeinsamen Glücksspielbehörde der Länder (GGL), ha annunciato di aver ufficialmente iniziato le sue funzioni a seguito di un simbolico passaggio di consegne

13 Gennaio 2023

Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo regolatore federale tedesco del gioco d’azzardo, Gemeinsamen Glücksspielbehörde der Länder (GGL), ha annunciato di aver ufficialmente iniziato le sue funzioni a seguito di un simbolico passaggio di consegne dal Gambling College del paese.

Dopo 18 mesi di lavoro di preparazione e sviluppo, il GGL ora sovrintende a tutte le attività di regolamentazione del gioco e ha rilasciato una dichiarazione che definisce i suoi obiettivi. Deve anche lavorare sul rilascio delle licenze. Per le slot virtuali e il poker, il GGL ha approvato quasi tutte le 78 domande ricevute. Tuttavia, solo 25 fornitori per questi due tipi di giochi d’azzardo sono elencati nella whitelist ufficiale.

Questo perché i pagamenti di sicurezza sono ancora in sospeso per un certo numero di richiedenti che hanno ricevuto l’approvazione.

In una conferenza stampa, Ronald Benter, CEO di GGL, ha dichiarato: “Siamo ben preparati e in grado di lavorare. Con il GGL, la Germania avrà per la prima volta un’autorità centrale di supervisione e applicazione per il gioco d’azzardo su Internet”.

Entro la fine del 2022, il regolatore aveva esaminato e approvato 600 delle quasi 3.500 richieste di gioco individuali ricevute.

Nel settore delle scommesse sportive e ippiche, il GGL ha già approvato la maggior parte delle domande pervenute. Tuttavia, deve ancora controllare le singole scommesse. “Il nostro obiettivo per il 2023 in quest’area è completare tutte le procedure di licenza, inclusi i test di gioco e le scommesse, e creare così un attraente mercato del gioco legale”, ha affermato Benter.

Il GGL nel definire i suoi obiettivi per il 2023 ha affermato che continuerà a concentrarsi sulla lotta al gioco d’azzardo illegale.

In termini sanzionatori l’autorità può esercitare la revoca delle licenze. “Revocheremo i permessi se rileveremo gravi violazioni. Il nostro obiettivo è parità di condizioni per tutti i fornitori. Vogliamo garantire che il modello di business di chi offre giochi d’azzardo illegali o non conformi su Internet sia peggiore rispetto a quello regolato”, ha aggiunto Benter.

Secondo il comunicato dell’autorità, da quando ha assunto la responsabilità della lotta al gioco d’azzardo illegale sei mesi fa, sono stati depositati presso il GGL quasi 150 casi di gioco d’azzardo illegale e quasi altrettanti casi di pubblicità del gioco d’azzardo illegale. Circa 1150 siti web di gioco d’azzardo illegali sono stati controllati dall’autorità di regolamentazione.

PressGiochi

Fonte immagine: www.mz.de