01 Ottobre 2020 - 10:00

FLP Finanze: “Su personale AAMS-Dogane, è giunto il momento delle soluzioni”

La riunione tenutasi giovedì pomeriggio presso la Direzione del personale dell’Agenzia è stata l’occasione per l’ennesima ricognizione delle situazioni aperte che necessitano di essere portate a soluzione nell’interesse dei lavoratori

18 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

La riunione tenutasi giovedì pomeriggio presso la Direzione del personale dell’Agenzia è stata l’occasione per l’ennesima ricognizione delle situazioni aperte che necessitano di essere portate a soluzione nell’interesse dei lavoratori e delle lavoratrici delle dogane e dei monopoli. Per FLP Finanze, se da una parte è indubbio che il clima di incertezza sugli assetti organizzativi ed istituzionali derivanti dal nuovo fronte aperto dal disegno di riforma della PA, che prevede una specifica delega per il riassetto delle Amministrazioni centrali, ivi comprese le Agenzie fiscali, e le nuove norme sulla mobilità del personale a seguito della chiusura delle Province, pesano su alcune scelte di fondo come l’effettiva piena integrazione dei Monopoli con il conseguente passaggio di sezione del personale, o lo scorrimento delle graduatorie della procedura dalla seconda alla terza area, d’altro canto è indubbio che questa situazione non può ormai più pesare sul personale e sulle sue legittime aspettative.

Sul passaggio di sezione del personale ex AAMS l’Agenzia ha comunicato di aver messo in campo tutte le iniziative per portare a compimento il processo di integrazione operativa tra le due anime dell’Amministrazione e che quando e se saranno sciolte le incertezze sul mantenimento dell’attuale modello, potrà avviarsi il processo di equiparazione economico del personale. Sullo scorrimento delle graduatorie della procedura di passaggio alla terza area l’Agenzia ha comunicato che è in atto il confronto con la Funzione Pubblica per dare seguito a quanto previsto dalla norma approvata nella legge di stabilità 2015 e che già a partire dalla prossima riunione fissata per il 26 maggio potrà fornire ulteriori informazioni.

Come dicevamo in premessa ribadiamo che la FLP è impegnata per fare in modo che le questioni da tempo all’attenzione delle parti, non vengano però unicamente enunciate o ricordate, ma affrontate e portate a soluzione, senza gli ulteriori rinvii che hanno caratterizzato anche e soprattutto questi ultimi mesi.

La FLP nel corso della riunione ha anche chiesto che subito dopo la registrazione del DM sul comma 165 anno 2013 si apra il negoziato per l’erogazione delle somme al personale ed in tale sede per noi, vista la decurtazione delle somme rispetto a quelle assegnate negli anni precedenti, andranno recuperate quelle non utilizzate per il 2012 per il presunto sforamento del tetto del Fondo aziendale.

Obiettivo questo irrinunciabile per impedire l’ennesimo scippo di risorse al personale doganale.

Nella prossima riunione dovrebbe anche essere definita l’intesa per l’individuazione di uno specifico compenso indennitario al personale dell’area monopoli che partecipa alle Commissioni giochi (Uffici centrali ex AAMS, Ufficio regionale della Lombardia e della Campania) a seguito della modifica del regime preesistente basato sui gettoni di presenza.

Per noi, e lo abbiamo ribadito ancora una volta, tale accordo dovrà ripartire però somme aggiuntive a quelle preesistenti nel fondo, rinvenienti proprio da tali attività, così come le ore di straordinario e le risorse per le missioni che debbono garantire, unitamente al compenso indennitario la copertura economica complessiva, non debbono gravare sul budget attuale degli Uffici, ma integrate con le risorse derivanti dalle Convenzioni con i concessionari.

Inoltre per la FLP è necessario che tale riconoscimento apra la strada all’individuazione di indennità analoghe per tutto l’altro personale impegnato in attività esterne di controllo.

Infine vi informiamo che nel corso della prossima settimana dovrebbe tenersi una riunione tecnica congiunta Agenzia – OO.SS. nazionali per incominciare a ragionare sulla nuova procedura di mobilità volontaria 2015.

Restano da affrontare numerose questioni come ad esempio quelle legate ai turni festivi infrasettimanali, alle problematiche legate all’iscrizione all’albo o all’assicurazione obbligatoria per chimici e ingegneri, alla rivisitazione degli Uffici destinatari delle indennità di rischio e disagio e altro ancora.

Verificheremo – conclude FLP Finanze – anche su questo se il calendario di riunioni preannunciato sarà mantenuto e soprattutto se l’Agenzia questa volta sarà in grado di tradurre in accordi gli impegni presi, superando l’inaccettabile situazione di stallo di questi mesi”.

PressGiochi