25 Settembre 2020 - 14:32

Firenze. Grassi (SEL): “No ad una sala giochi nell’ex ippodromo del Visarno”

No ad una sala giochi negli spazi dell’ex ippodromo del Visarno a Firenze. E’ quanto chiede il capogruppo di Sel in Palazzo Vecchio Tommaso Grassi: “E’ ridicolo – attacca il

15 Aprile 2015

Print Friendly, PDF & Email

No ad una sala giochi negli spazi dell’ex ippodromo del Visarno a Firenze. E’ quanto chiede il capogruppo di Sel in Palazzo Vecchio Tommaso Grassi: “E’ ridicolo – attacca il consigliere – che poche settimane dopo che il Consiglio comunale ha aderito alla campagna contro le sale slot e il gioco d’azzardo stiano comparendo in città cartelloni pubblicitari che annunciano la imminente apertura di una nuova sala giochi nel complesso dell’ex ippodromo del Visarno.

Complesso che il Comune ha assegnato per la valorizzazione a una società privata specializzata in ippodromi ma che, molto probabilmente, aprirà una sala per il gioco d’azzardo sulla scia di quanto fatto a Cesena e Modena”.

Grassi spiega che “dai progetti che avevamo visionato all’inizio della procedura di concessione non c’era nessuna traccia di una destinazione del genere. Altrimenti ci saremmo opposti con forza subito. L’idea che si sia accettato che la riqualificazione di un pezzo della città promesso alla cittadinanza avvenga attraverso gli incassi del gioco d’azzardo e è terribile. Dove sono finiti tutti buoni propositi del Comune, del sindaco e della maggioranza?”. Il consigliere chiede dunque al sindaco Nardella di intervenire immediatamente per scongiurare l’apertura dell’ennesima sala giochi: non riteniamo che la soluzione per riappropriarsi di un pezzo del parco Cascine sia quella di aprire un luogo del genere”.

PressGiochi