30 Settembre 2020 - 07:29

Ferrara. Giro di vite contro il gioco illegale, controllati 60 esercizi in tre giorni

Scattano i controlli della Questura contro il gioco illegale a Ferrara. Con un’operazione interforze concordata con il prefetto e condotta da Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di finanza, in

19 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Scattano i controlli della Questura contro il gioco illegale a Ferrara. Con un’operazione interforze concordata con il prefetto e condotta da Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di finanza, in collaborazione con l’Agenzia dei monopoli, sono stati monitorati in tre giorni 60 punti di gioco, sale dedicate alla Video lottery, sale scommesse e Centro trasmissione dati per raccolta scommesse. Secondo la legge regionale, modificata nell’ottobre scorso, i titolari delle concessioni devono assolvere alla formazione sui rischi del gioco patologico e sulla rete di sostegno, predisposti dall’Asl. I nuovi controlli hanno evidenziato a Ferrara un esercizio che non si è adeguato alla normativa e il Questore sta valutando anche provvedimenti di sospensione della licenza. Non sono escluse sanzioni anche in provincia.

Sono state inoltre elevate sanzioni in violazione all’ordinanza del Comune che impone lo spegnimento delle slot machine e dei videogiochi dalle 21 alle 9 del giorno dopo, e dalle 13 alle 15.30: una sala era recidiva, quindi la Questura valuterà l’adozione di un provvedimento di sospensione della licenza. Non sono stati invece trovati apparecchi non in regola con le norme della connessione telematica.

Le sanzioni finora elevate ammontano ad alcune migliaia di euro, visto che per ogni addetto viene applicata una multa di 3.333 euro e 50 euro per ogni apparecchio acceso fuori orario.

PressGiochi