30 Settembre 2020 - 04:39

Equitalia: rottamati i ruoli fino a 2.000 euro

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 22 giugno 2015, n. 142, il Decreto del Mef 15 giugno 2015 relativo alle modalità di trasmissione agli enti creditori, con riferimento ai ruoli

26 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 22 giugno 2015, n. 142, il Decreto del Mef 15 giugno 2015 relativo alle modalità di trasmissione agli enti creditori, con riferimento ai ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999, dell’elenco delle quote annullate e di quelle di rimborso agli agenti della riscossione delle spese esecutive sostenute per tali ruoli. Lo dichiara Marco Minoccheri Consulente fiscale Astro.
Con l’articolo 1, comma 527, della Legge 24 dicembre 2012, n. 228, è stato previsto infatti l’automatico annullamento dei crediti di importo fino a 2.000 euro resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999.
La soglia dei 2.000 euro deve essere calcolata con riferimento all’importo complessivo iscritto a ruolo, ovvero capitale, interessi per ritardata iscrizione e sanzioni.
Pertanto:
– i crediti di importo fino a duemila euro di cui all’art. 1, comma 527, Legge n. 228/2012, sono annullati automaticamente; l’elenco dei ruoli minori è trasmesso dall’agente della riscossione all’ente creditore, su supporto magnetico o in via telematica, in conformità alle specifiche tecniche;
– le quote cosi comunicate sono discaricate senza oneri amministrativi a carico dell’ente creditore e sono eliminate dalle scritture contabili dell’ente creditore. Tale discarico non opera per le quote inserite nell’elenco prive dei requisiti di cui all’art. 1, comma 527. Inoltre, l’erroneo inserimento delle quote può essere rilevato dall’ente creditore entro e non oltre i sei mesi dalla data di ricezione dell’elenco.

PressGiochi