25 Settembre 2020 - 19:25

Entrate tributarie. Nel primo trimestre, l’Erario incassa dai giochi 2,9 miliardi di euro (+3%)

Nel periodo gennaio-marzo 2015 le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica decrescono dello 0,1%, per effetto del calo delle imposte indirette (–3,3%) e dell’aumento delle

06 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Nel periodo gennaio-marzo 2015 le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica decrescono dello 0,1%, per effetto del calo delle imposte indirette (–3,3%) e dell’aumento delle imposte dirette (+2,5%).

Le entrate totali ammontano a 88.536 milioni di euro (–103 milioni di euro, pari a –0,1%). Le imposte dirette si attestano a 50.244 milioni di euro (+1.221 milioni di euro, pari a +2,5%) e le imposte indirette risultano pari a 38.292 milioni di euro (–1.324 milioni di euro, pari a –3,3%).

Le entrate totali relative ai giochi, che includono varie imposte classificate come entrate erariali sia dirette che indirette, sono risultate pari a 2.984 milioni di euro (+86 milioni di euro, pari a +3,0%). Considerando solo le imposte indirette, il gettito delle attività da gioco (lotto, lotterie e delle altre attività di gioco) è di 2.899 milioni di euro (+89 milioni di euro, pari a +3,2%).

Nel complesso, nel primo trimestre 2015 le entrate tributarie dai giochi pesano su quelle complessive il 3,2%. Le entrate tributarie erariali relative agli incassi, in termini di imposte indirette, per quanto riguarda i giochi hanno segno negativo giochi con –184 milioni di euro, pari a –12,4%.

Nel periodo considerato (gennaio/marzo 2015), secondo i dati di competenza, con 934 mln rispetti ai 1.072 del 2014 si riducono del 12,9% le entrate provenienti dagli apparecchi da gioco, compensati da una crescita del 15,8% dei proventi derivanti dal gioco del Lotto (al lordo delle vincite) pari a 1.817 mln. Si riducono invece del 15,2% anche le entrate derivanti da altri tipi di gioco che si fermano a 89 mln rispetto ai 105 mln del primo trimestre del 2014.

 

Marzo 2015

Per quanto riguarda le entrate tributarie erariali complessive accertate in base al criterio della competenza giuridica, nel mese di marzo 2015  crescono dell’8,3% gli introiti degli apparecchi e congegni da gioco con 364 milioni rispetto a marzo 2014. Continuano a crescere anche i proventi del gioco del Lotto con 627 milioni e un +15,9%. Si riducono invece le entrate di competenza degli altri giochi che con 27 milioni segnano un calo del 12,9% rispetto a marzo 2014.

 

Proventi delle attività di gioco

erarioma

 

Apparecchi e  congegni di gioco

erarioslot

Proventi del Lotto

erariolotto

PressGiochi