15 dicembre 2019
ore 15:16
Home hot1 Emilia Romagna: operatori ancora in protesta contro la legge regionale

Emilia Romagna: operatori ancora in protesta contro la legge regionale

Si sta tenendo presso la sede del Consiglio regionale dell'Emilia Romagna l'ennesima protesta degli operatori del gioco lecito contro l'entrata in vigore della legge sul gioco che a partire dal prossimo 31 dicembre metterà in vigore distanze dai luoghi sensibili per le sale giochi. I lavoratori riuniti sotto le sigle sindacali di Utis, Fit-STS, Astro, Sapar, Agisco sono fuori da consiglio con cartelli sui quali si legge: "No ad una legge retroattiva, Regione Emilia Romagna unica in Italia', Un bicchiere di vino non fa un alcolizzato come una schedina non fa un ludopatico".
SHARE
Emilia Romagna: operatori ancora in protesta contro la legge regionale

Si sta tenendo presso la sede del Consiglio regionale dell’Emilia Romagna l’ennesima protesta degli operatori del gioco lecito contro l’entrata in vigore della legge sul gioco che a partire dal prossimo 31 dicembre metterà in vigore distanze dai luoghi sensibili per le sale.

I lavoratori riuniti sotto le sigle sindacali di Utis, Fit-STS, Astro, Sapar, Agisco sono fuori da consiglio con cartelli  sui quali si legge: “No ad una legge retroattiva, Regione Emilia Romagna unica in Italia’, ‘Un bicchiere di vino non fa un alcolizzato come una schedina non fa un ludopatico”.

E ancora: “State portando il settore legale alla rovina. Vergogna”; “Se calcellate il gioco legale siete complici del mondo criminale”.

 

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN