01 Ottobre 2020 - 22:16

Emilia Romagna. M5S: “Contrastare Delega e intervenire con sgravi fiscali per disincentivare le slot”

Con la pubblicazione dell’ultima bozza – forse quella che verrà presentata in Consiglio dei Ministri – dell’art. 14 della delega fiscale che è destinata ha riordinare le norme vigenti sul

22 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Con la pubblicazione dell’ultima bozza – forse quella che verrà presentata in Consiglio dei Ministri – dell’art. 14 della delega fiscale che è destinata ha riordinare le norme vigenti sul gioco pubblico in Italia, il M5S ha annunciato battaglia contro la decisione dell’Esecutivo di tagliare e annullare le norme locali fino ad oggi adottate per prevenire il gioco patologico. Gli esponenti regionali del movimento pentastellato non si sono tirati indietro e dopo i toscani ed i liguri, ad intervenire promettendo nuove proposte sono i grillini emiliani.

Il M5S dell’Emilia-Romagna chiede quindi che la Giunta guidata da Stefano Bonaccini prenda una posizione netta contro la Delega. “Con il passaggio dell’iter autorizzativo per le nuove sale gioco dai Questori ai Monopoli e Dogane si toglie agli enti locali una funzione di controllo importantissima – spiegano i consiglieri regionali del M5S – La Regione intervenga al più presto contro queste norme che di fatto cancellano in un sol colpo quanto faticosamente costruito e attuato con la legge regionale del 2013 sul gioco d’azzardo patologico. Noi in aula faremo la nostra parte presentando una risoluzione per chiedere l’attuazione di una norma di buon senso e che disincentivi l’installazione delle slot machine negli esercizi commerciali”.

La proposta del M5S prevede di inserire nella prossima manovra relativa alla legge finanziaria, collegata al bilancio di assestamento della Regione, l’abbassamento della aliquota Irap per gli esercizi commerciali che aderiranno al programma “Slot FreE-R” e una parallela variazione in aumento per quei negozi in cui risultassero installati apparecchi da gioco. “Crediamo che il giro di vite annunciato dal Governo sulle slot sia stato un clamoroso bluff, che anzi si trasformerebbe in beffa per le Regioni se la bozza sulla delega fiscale fosse confermata – concludono i consiglieri regionali del M5S – Oltre a difendere quanto fatto per cercare di limitare la ludopatia, la Regione deve trovare altre strade per mettere un freno al gioco d’azzardo, e crediamo che agire sul taglio dell’Irap per i commercianti possa essere un incentivo più che invitante, così come è giù successo in altre realtà come la Lombardia, il Veneto e l’Umbria”.

 

Emilia Romagna. Piccinini (M5S): “il governo favorisce ancora le lobby”

 

PressGiochi

 

Fonte immagine: bologna - 29/03/2010 - elezioni regionali 2010 - sede della regione emilia romagna - viale aldo moro -