28 Settembre 2020 - 00:56

Emilia Romagna. Bertani (M5S): “Sull’azzardo finalmente la Giunta ha smesso di sonnecchiare”

Andrea Bertani, consigliere regionale del M5S estremamente attivo sul tema, commenta la decisione da parte della Giunta dell’Emilia Romagna di inserire all’interno del Testo unico sulla legalità una modifica della legge

13 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Andrea Bertani, consigliere regionale del M5S estremamente attivo sul tema, commenta la decisione da parte della Giunta dell’Emilia Romagna di inserire all’interno del Testo unico sulla legalità una modifica della legge 5 del 2013 per inserire la negazione del patrocinio regionale a manifestazioni che sponsorizzino il gioco d’azzardo.

“Finalmente la Giunta- commenta il consigliere- ha smesso di sonnecchiare e ha accolto la nostra proposta di negare il patrocinio a quelle manifestazioni che ospitano o sponsorizzano il gioco d’azzardo. Un’azione sicuramente positiva ma che arriva in grave ritardo visto che ne avevamo segnalato i casi più eclatanti più di un anno fa”.

“Un provvedimento che avevamo invocato a gran voce dopo aver scoperto che la Regione aveva patrocinato diverse manifestazioni al cui interno erano presenti addirittura stand di casinò, come nel caso del Balloon Festival di Ferrara, e che fa parte del nostro progetto di legge contro l’azzardopatia che sta cominciando il suo iter in Commissione – continua Andrea Bertani – Oggi scopriamo dalle parole dell’assessore Mezzetti pronunciate in aula, che la Giunta ha deciso di accogliere finalmente la nostra proposta facendola propria e inserendola fin da subito nel Testo unico sulla legalità approvato lo scorso 28 giugno. Meglio tardi che mai anche se speriamo che si vada anche oltre inserendo anche il divieto, per esempio, di negare ogni tipo di contributo e sostegno anche economico”.

“Adesso – conclude Andrea Bertani – ci aspettiamo che la Giunta accolga anche le altre nostre proposte per cercare di limitare la diffusione del gioco d’azzardo tra cui la diminuzione dell’IRAP a quegli esercenti che diranno no alle slot, l’individuazione di una distanza minima da rispettare per l’apertura di nuovo sale gioco”.

 

Emilia Romagna. Mezzetti (Ass. Legalità): “Pronti ad intervenire contro il ricorso all’usura dei giocatori patologici

 

 

PressGiochi