25 Settembre 2020 - 18:27

Emilia Romagna. Bertani (M5S).”La revoca dell’ordinanza sugli orari del sindaco di Minerbio è un segnale dell’immobilismo della Giunta e del Pd”

Il Consigliere del Movimento 5 Stelle dell’Emilia Romagna Andrea Bertani, uno dei più attivi in materia di giochi e autore proprio in questi giorni di un emendamento, interviene sulla polemica

14 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il Consigliere del Movimento 5 Stelle dell’Emilia Romagna Andrea Bertani, uno dei più attivi in materia di giochi e autore proprio in questi giorni di un emendamento, interviene sulla polemica sollevata dal sindaco di Minerbio che ha deciso di revocare l’ordinanza sugli orari delle slot in quanto i comuni limitrofi non si sono adeguati alle stesse misure.

“Mentre la Regione porta avanti la sua inconsistente lotta al gioco d’azzardo- ha commentato- i Comuni sono costretti ad alzare bandiera bianca e ad arrendersi alla dittatura delle slot machine come purtroppo testimonia oggi il caso di Minerbio. Questo è la diretta conseguenza dell’immobilismo della Giunta e del PD che invece che sostenere quelle amministrazioni che volevano limitare l’azzardopatia ha preferito pratiche attendiste, abbandonandole di fatto al loro destino”.

“Senza un coordinamento efficace e un’azione comune la lotta al gioco d’azzardo rischia di essere un clamoroso buco nell’acqua – spiega Andrea Bertani – La Regione ha il dovere di aiutare e supportare tutti quei Comuni che hanno intenzione di provare a limitare il gioco d’azzardo ma purtroppo preferisce restare alla finestra a guardare. Per questo avevamo previsto nel nostro progetto di legge che la Regione assumesse questo ruolo. Purtroppo sono passati più di 8 mesi e il caso di Minerbio la dice lunga su quanto Bonaccini stia facendo per aiutare le amministrazioni comunali su questo versante”.

Il consigliere Bertani, inoltre, chiede al sindaco di Minerbio di ripensarci e di non revocare l’ordinanza. “Farlo sarebbe una sconfitta molto dolorosa – conclude – La strada giusta da percorrere non è quella di azzerare il provvedimento ma di lottare il più possibile affinché anche gli altri Comuni limitrofi lo adottino. Minganti, prima di arrendersi, chieda a Bonaccini di intervenire. Proprio oggi siamo riusciti a far approvare un ordine del giorno in Assemblea che introduce il divieto nella disciplina dei beni regionali di utilizzarli per attività legate al gioco d’azzardo”.

Minerbio (BO). Ritirata l’ordinanza sugli orari delle slot. Il sindaco Minganti: “Non c’è uniformità tra i comuni di zona”

 

PressGiochi