04 Dicembre 2020 - 14:56

Emergenza Coronavirus: lo stop delle attività colpisce il 50% del mercato globale del gioco d’azzardo

Le misure adottate per arrestare la diffusione del virus COVID-19 nel primo trimestre 2020 hanno causato la chiusura del 50% dei mercati del gambling, quanto meno relativamente alle entrate globali

25 Marzo 2020

Print Friendly, PDF & Email

Le misure adottate per arrestare la diffusione del virus COVID-19 nel primo trimestre 2020 hanno causato la chiusura del 50% dei mercati del gambling, quanto meno relativamente alle entrate globali derivanti dal settore a livello mondiale, al 25 marzo 2020.

Come segnala Global Betting & Gaming Consultants, negli ultimi giorni è stato annunciato dai vari governi, lo stop delle attività, incluse quelle del gioco, in Nuova Zelanda, Sudafrica e Australia. Tutti i casinò commerciali sono ora chiusi negli Stati Uniti.
Molti dei provvedimenti adottati non hanno una data di conclusione. Nel frattempo, alcune delle prime restrizioni imposte in Cina e Macao, stanno per essere gradualmente revocate.

 

PressGiochi