27 Gennaio 2021 - 04:48

Elenco Ries. Tar: “Cancellazione illegittima se il mancato pagamento non è dovuto ad errore del gestore”

Il Tar Lazio ha accolto il ricorso di un operatore del gioco su cui ADM aveva disposto la cancellazione dall’Elenco degli operatori Ries in ragione del fatto che non risultava

24 Novembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il Tar Lazio ha accolto il ricorso di un operatore del gioco su cui ADM aveva disposto la cancellazione dall’Elenco degli operatori Ries in ragione del fatto che non risultava effettuato il versamento della somma di 150 Euro richiesta per ottenere il rinnovo dell’iscrizione.

Il ricorrente aveva autocertificato l’avvenuto versamento della quota di Euro 150,00 senza che il medesimo fosse stato effettivamente eseguito al momento della suddetta autocertificazione.

L’operatore pur avendo effettuato il versamento a mezzo home banking e avuto ricevuta generata dal sistema Entratel, si era accorto solo successivamente che il pagamento non era andato a buon fine.

La ricorrente, – chiarisce il TAR – ha, pertanto, autocertificato in buona fede di aver provveduto al pagamento del tributo dovuto e di essere in possesso della quietanza di pagamento. Inoltre, la stessa ha provveduto a versare il tributo nel corso dell’anno di imposta (2020) per il quale aveva ottenuto l’iscrizione non appena si è resa conto del mancato perfezionamento del primo versamento. Non si rinviene, pertanto, nella fattispecie la volontà di eludere l’obbligazione tributaria gravante sulla ricorrente né quella di produrre una falsa autocertificazione.

Nonostante non sia chiara la ragione che ha impedito il perfezionamento del pagamento correttamente e tempestivamente disposto dalla ricorrente, il Collegio ritiene che nella fattispecie il provvedimento di cancellazione dall’Elenco, per le peculiari circostanze di fatto illustrate, si appalesi illegittimo per contrasto con i principi di proporzionalità e ragionevolezza dell’azione amministrativa”.

PressGiochi