04 Dicembre 2020 - 14:24

Dl Ristori. FI chiede che la gestione dei giochi pubblici sia affidata al direttore di ADM

Al fine di ottimizzarne la gestione, le funzioni statali in materia di organizzazione e gestione dei giochi numerici a quota fissa e dei giochi numerici a totalizzatore nazionale sono riordinate

18 Novembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Al fine di ottimizzarne la gestione, le funzioni statali in materia di organizzazione e gestione dei giochi numerici a quota fissa e dei giochi numerici a totalizzatore nazionale sono riordinate con uno o più decreti del Direttore dell’ADM da emanare sulla base dei seguenti criteri direttivi:

individuazione delle misure necessarie per garantire la sostenibilità della rete di raccolta dei giochi e delle concessioni anche in conseguenza dell’epidemia Covid19;

individuazione dellle migliori modalità di sviluppo tecnologico per evitare il rischio di obsolescenza delle apparecchiature e delle modalità di gioco.

Lo chiedono in un emendamento presentato al Dl Ristori al Senato i senatori di Forza Italia Pichetto Fratin e Toffanin.

 

Gli stessi senatori chiedono interventi in materia di scommesse sportive. Nello specifico propongono che i termini di riversamento da parte dei concessionari all’erario e all’ADM di quanto dovuto per l’attività di raccolta delle scommesse sulla rete fisica in scadenza il 30 novembre 2020 sono prorogati al 31 marzo 2021. Le somme dovute sono versate con debenza degli interessi legali.

PressGiochi