24 Settembre 2020 - 17:18

Dl cittadinanza economica. Presentato ODG per contrastare il gioco patologico

“E’ necessario porre in essere stringenti misure di lotta alle ludopatie e al gioco d’azzardo”. La senatrice Montevecchi del M5S presenta così un ordine del giorno all’interno del disegno di

25 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

“E’ necessario porre in essere stringenti misure di lotta alle ludopatie e al gioco d’azzardo”. La senatrice Montevecchi del M5S presenta così un ordine del giorno all’interno del disegno di legge all’esame del senato recante «Norme per l’educazione alla cittadinanza economica».

“Premesso che il provvedimento in titolo- dichiara Montevecchi –  ha quale dichiarata finalita` lo sviluppo della pratica educativa della «cittadinanza economica» intesa come insieme di capacita` e competenze che permetta al cittadino di divenire agente economico rispettoso delle regole del vivere civile e consapevole, grazie allo sviluppo dei processi cognitivi e degli aspetti emotivi e psicologici che influiscono sulle scelte economiche, di contribuire al benessere economico individuale e non solo; in sintonia con il Memorandum d’intesa «per l’avvio di un progetto sperimentale di formazione in materia economica e finanziaria in alcune scuole campione», siglato nel novembre del 2007 dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca insieme con la Banca d’Italia, l’iniziativa di educazione finanziaria appare finalizzata, con chiari intenti didascalici e pedagogici, a introdurre tale materia direttamente nei curricula scolastici, ed e` volta a promuovere un programma di sviluppo in grado di assicurare alle giovani generazioni le competenze per assumere in futuro scelte consapevoli in campo economico e finanziario sia come cittadini, sia come utenti dei servizi finanziari; considerato che: ai maggiori oneri – di cui all’articolo 4 – «derivanti dalle attività del Comitato tecnico-scientifico di cui all’articolo 1, comma 3, e dei gruppi di ricerca di cui all’articolo 2, comma 3, e all’articolo 3, comma 3, si provvede mediante [ … ] un ammontare annuo pari allo 0,1 per cento dei proventi delle convenzioni di concessioni in essere in materia di giochi »; valutato che: il Movimento 5 Stelle, oltre a disegni di legge segnatamente mirati, ha prodotto numerosi emendamenti e ordini del giorno in coerenza con il contrasto alla ludopatia fino all’istituzione – grazie anche al suo apporto – del Fondo per il gioco d’azzardo patologico (GAP), di cui al comma 946 dell’articolo 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016); valutato altresì che: ci troviamo, tuttavia, in presenza di un atteggiamento «schizofrenico », dal momento che si utilizza la copertura finanziaria ora citata per un provvedimento che intende concorrere alla definizione di un progetto all’educazione della cittadinanza economica con l’obiettivo specifico della formazione fin dall’età scolare di una consapevolezza non solo strettamente tecnica, ma che afferisce al modo stesso in cui si decide di vivere e agire responsabilmente all’interno della società, e nelle forme che il vivere assume: rispetto, ad esempio, a educazione assicurativa, legalità, previdenza, lavoro, risparmio, e via enumerando”.

Montevecchi chiede di impegnare il Governo a valutare l’opportunità di reperire le opportune risorse per perseguire le finalità del disegno di legge in esame usufruendo di coperture diverse da quelle previste, laddove l’essenza di un provvedimento sulla «cittadinanza economica» necessita di coperture che siano ideologicamente e strutturalmente in linea con quanto si intende perseguire; a valutare l’opportunità di contrastare con ogni mezzo il fenomeno della ludopatia e del gioco d’azzardo.

PressGiochi