18 agosto 2019
ore 15:40
Home Newslot & Vlt Divieti sale slot. Bertani (ER): “Finalmente Bonaccini si è svegliato”

Divieti sale slot. Bertani (ER): “Finalmente Bonaccini si è svegliato”

SHARE
Divieti sale slot. Bertani (ER): “Finalmente Bonaccini si è svegliato”
Emilia Romagna. Diventano operative le distanze delle slot dai luoghi sensibili

“Dopo più di 200 giorni di attesa assolutamente ingiustificata, finalmente la Regione ha dato attuazione al divieto di sale slot vicino a scuole e ospedali. Una norma che il MoVimento 5 Stelle ha fortemente voluto e che riteniamo importantissima nella lotta al gioco d’azzardo patologico. Per essere completamente efficace però adesso i Comuni devono fare presto e completare le mappature delle sale gioco nel più breve tempo possibile. In più la Regione deve dare il massimo supporto tecnico legale e di coordinamento”.

 

È questo il commento di Andrea Bertani, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle, dopo che la Giunta ha annunciato l’emanazione della delibera che dà attuazione alla norma che vieta la presenza di sale gioco o scommesse a meno di 500 metri da luoghi sensibili come scuole, ospedali e parchi pubblici. Una norma che, seppur approvata dall’Assemblea Legislativa all’interno del Testo Unico sulla Legalità su proposta del MoVimento 5 Stelle il 28 ottobre del 2016, è entrata in vigore soltanto oggi, con un ritardo di ben 228 giorni e nonostante i continui appelli da parte dei consiglieri regionali del M5S (non ultimo il question time durante l’ultima seduta dell’Assemblea Legislativa appena due settimane fa).

 

“Finalmente Bonaccini si è svegliato dal letargo in cui era piombato su questo tema e ha firmato questa benedetta delibera – spiega Andrea Bertani – Adesso, per evitare che al suo ritardo siderale se ne aggiunga dell’altro, chiediamo ai Comuni di affrettare le mappature necessarie richieste dalla legge e di essere scrupolose nell’effettuarle, visto che esiste la possibilità di allargare anche l’elenco dei luoghi sensibili da dove tenere lontane le slot o le sale scommesse. Visto che per in Comuni c’è un tempo massimo di 6 mesi, a cui se ne aggiungeranno altri 6 a disposizione dei gestori per adeguarsi – conclude Andrea Bertani – ci vorrà ancora del tempo per vedere concretamente i primi risultati. Per questo ci appelliamo ai sindaci perché accelerino i tempi a tutela della salute dei propri cittadini e delle fasce più deboli”.

 

PressGiochi

 

 

Modena. Ass. Bosi: “Pronti ad adeguarci alle nuove norme sul gioco”

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN