21 ottobre 2019
ore 12:24
Home Estero Europa Direttiva anti-riciclaggio. La Ce approva posizione del Consiglio su verifica clientela estesa a tutti i servizi di gioco

Direttiva anti-riciclaggio. La Ce approva posizione del Consiglio su verifica clientela estesa a tutti i servizi di gioco

SHARE
Direttiva anti-riciclaggio. La Ce approva posizione del Consiglio su verifica clientela estesa a tutti i servizi di gioco

La Commissione può accettare gli elementi supplementari introdotti nella posizione del Consiglio, in particolare relativamente al fatto che tutti i prestatori di servizi di gioco d’azzardo, non solo i casinò, sono tenuti ad applicare misure di adeguata verifica della clientela per le singole operazioni di importo pari o superiore a 2 000 EUR. In circostanze rigorosamente limitate e giustificate e di comprovato rischio ridotto di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo, gli Stati membri saranno autorizzati a prevedere alcune esenzioni.

Sono queste le conclusioni riportate nella Comunicazione della Commissione europea relativamente al parere adottato lo scorso 20 aprile dal Consiglio sull’adozione di una direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo.

La posizione del Consiglio – commenta la Ce – rispecchia l’accordo politico raggiunto tra il Parlamento europeo e il Consiglio il 16 dicembre 2014 e comprende elementi proposti da entrambe le istituzioni. La Commissione appoggia tale accordo.

“Il testo – spiega la Ce – riflette l’accordo politico raggiunto tra il Parlamento europeo e il Consiglio e rappresenta un equilibrio debole ma accettabile, nell’ambito del compromesso globale, per questo la Commissione condivide i risultati dei negoziati interistituzionali e può pertanto accettare la posizione del Consiglio in prima lettura.

 

Obiettivi direttiva – Gli obiettivi principali della proposta di revisione della direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 ottobre 2005, relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo sono quelli di rafforzare il mercato interno riducendo la complessità transfrontaliera, tutelare gli interessi della società dalla criminalità e dagli atti terroristici, contribuire alla stabilità finanziaria tutelando la solidità, il funzionamento regolare e l’integrità del sistema finanziario, e salvaguardare la prosperità economica dell’Unione europea assicurando un efficiente contesto imprenditoriale e allineare le disposizioni della direttiva, se del caso, agli standard internazionali in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, adottati dal Gruppo d’azione finanziaria internazionale (GAFI) nel febbraio 2012.

PressGiochi

 

 

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN