23 Settembre 2020 - 10:40

Di Maio (M5S): “La chiesa di Marigliano eliminata dagli interventi finanziati con il Lotto”. Borletti: “Mancano i fondi”

“Il progetto di restauro architettonico della chiesa rinascimentale della Santissima Pietà e San Lazzaro nel comune di Marigliano (Napoli) è scomparso dalle proposte della Soprintendenza per i beni architettonici e

16 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Il progetto di restauro architettonico della chiesa rinascimentale della Santissima Pietà e San Lazzaro nel comune di Marigliano (Napoli) è scomparso dalle proposte della Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio e per il patrimonio storico artistico e etnoantropologico di Napoli e provincia ma anche dagli interventi straordinari finanziati con i proventi derivanti dal gioco del lotto, nonché dagli altri strumenti di programmazione relativi, ad esempio, alla valorizzazione del patrimonio culturale campano nell’ambito dei progetti comunitari 2007-2013”. La denuncia arriva dal vicepresidente della Camera Luigi di Maio del Movimento 5 stelle che in una interrogazione presentata ieri al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo chiede di intervenire su un bene architettonico di valore inestimabile affinché venga abbandonato al degrado e al disfacimento dalle stesse istituzioni statali preposte alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale.

 

A rispondere a Di Maio, la Sottosegretaria di Stato per i beni e le attività culturali e il turismo, Ilaria Carla Anna Borletti dell’Acqua che ha ricordato come “successivamente all’intervento di manutenzione della copertura della Chiesa, risalente al 2006, non sono stati finanziati, per assenza di risorse sufficienti nei programmi ordinari di finanziamento di questo Ministero, ulteriori interventi. Allo scopo – ha puntualizzato – di salvaguardare i beni mobili, di grande interesse culturale, custoditi nella Chiesa, si è provveduto al loro trasferimento nella Chiesa S. Maria delle Grazie detta Collegiata in Marigliano (Napoli), dove sono presenti un sistema d’allarme ed ambienti idonei alla loro conservazione”.

PressGiochi