30 Giugno 2022 - 14:35

Delega fiscale: approvato ordine del giorno della Lega su Amusement

Un ordine del giorno presentato al disegno di delega fiscale impegna il Governo in linea con le finalità di semplificazione e razionalizzazione del provvedimento, a valutare l’opportunità di sollevare dalle

22 Giugno 2022

Print Friendly, PDF & Email

Un ordine del giorno presentato al disegno di delega fiscale impegna il Governo in linea con le finalità di semplificazione e razionalizzazione del provvedimento, a valutare l’opportunità di sollevare dalle incombenze fiscali e burocratiche cui sono sottoposti i gestori dei locali che ospitano le apparecchiature di intrattenimento senza vincita di denaro come, ad esempio, calcio balilla, carambole, biliardi, dondolanti per bambini, tavoli da ping pong, al fine di favorire una sana e piacevole aggregazione di socialità condivisa.

A chiederlo sono gli onorevoli Paolin, Legnaioli, Gerardi ed altri del gruppo Lega.

“Secondo le nuove regole dell’Agenzia delle Accise, delle Dogane e dei Monopoli – si legge nell’ODG – i giochi d’intrattenimento senza vincita in denaro sono soggetti ad una procedura di autorizzazione e omologazione, nonché al pagamento di un’imposta, come le slot machine; in particolare, la determina 151294/RU del 18 maggio 2021 prevede che vengono sottoposti a certificazione onerosa giochi come i calciobalilla, carambole, biliardi, flipper, freccette e dondolanti per bambini senza vincita, come le video-lottery e AWP o slot dei bar, paragonando – in sostanza – i giochi senza vincita di denaro (il calcio-balilla) a quelli che la prevedono; inoltre, stante la carente cornice normativa di riferimento, c’è il paventato rischio di confondere, nelle immediate azioni amministrative, un’attività meramente di intrattenimento – contraddistinta da spontanei gareggi tra ragazzi – con un’attività di gioco con vincita o d’azzardo; inevitabilmente, predetta equiparazione comporta una serie di incombenze per i gestori (e anche per produttori e importatori); nondimeno, si sottovaluta l’aspetto sociale che rappresentano i giochi di intrattenimento nelle località turistiche, prevalentemente usati da bambini nel divertimento estivo negli stabilimenti balneari; pertanto, appare opportuno, semplificare ulteriormente tutte le procedure burocratiche del gioco di puro intrattenimento, contraddistinto dalla sola attività ludica, nonché di sana aggregazione per i giovani e meno giovani”.

Pressgiochi