29 Settembre 2020 - 19:13

Delega fiscale. A che punto sono i lavori? Si rischia di rinviare il tutto alla Stabilità 2016

Tecnici del Mef e di Palazzo Chigi a lavoro sui prossimi decreti di attuazione della delega fiscale che dovrebbero arrivare a fine giugno. In particolare, secondo quanto si apprende, due

22 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Tecnici del Mef e di Palazzo Chigi a lavoro sui prossimi decreti di attuazione della delega fiscale che dovrebbero arrivare a fine giugno. In particolare, secondo quanto si apprende, due distinte commissioni di lavoro starebbero formulando varie ipotesi per la stesura di un dlgs sull’evasione fiscale e di uno sulla revisione delle tax expenditure.
Sempre a giugno potrebbe arrivare anche il dlgs sul Catasto, pronto da mesi ma che il governo ha preferito rimandare anche perché si è tentato di agganciare la riforma al provvedimento sulla local tax (che dovrebbe confluire nella legge di Stabilità 2016).

 

Atteso dal mondo del gioco anche il decreto attuativo dell’art. 14 della Delega relativo al riordino dei giochi pubblici, pronto da mesi ma sul quale il governo – diviso tra interessi industriali, associazioni no-slot e richieste degli enti locali- sta ancora lavorando. Sembrerebbero quindi allungarsi i tempi per il cambio di tassazione sugli apparecchi da gioco annunciata dal sottosegretario Pier Paolo Baretta come soluzione ai mali nati dalla Stabilità 2015 e che sarebbe dovuta scattare dal primo luglio prossimo.

 

Una delle ipotesi che il governo starebbe valutando è quella di inserire tutte le altre misure di applicazione della delega fiscale ancora non varate nella legge di Stabilità 2016.

PressGiochi