19 Settembre 2020 - 10:51

Decreto PA. La Comm. Bilancio boccia proposta 5Stelle su aumento del preu dei giochi

La Commissione Bilancio della Camera ha proseguito ieri l’esame delle proposte emendative riferite al decreto Delega in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, esprimendo il proprio parere sugli emendamenti trasmessi

16 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

La Commissione Bilancio della Camera ha proseguito ieri l’esame delle proposte emendative riferite al decreto Delega in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, esprimendo il proprio parere sugli emendamenti trasmessi in Assemblea.

Il relatore del Pd, Mauro Guerra, intervenendo sull’emendamento Ciprini (M5S) ha spiegato che la proposta, “introducendo un ulteriore principio e criterio direttivo per la delega in materia di riordino della disciplina del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, reca disposizioni concernenti le modalità di reclutamento del personale del comparto sicurezza, prevedendo che agli oneri derivanti dall’attuazione delle suddette disposizioni si provveda mediante modificazione della misura del prelievo erariale unico sui giochi (PREU) nonché della percentuale del compenso per le attività di gestione ovvero per quella dei punti vendita, al fine di conseguire un maggior gettito corrispondente a 100 milioni di euro a decorrere dal 2016”.

Per Guerra è opportuno acquisire l’avviso del Governo in merito alla congruità della copertura finanziaria prevista dalla proposta emendativa.

Intervenendo sulla questione il sottosegretario all’Economia Enrico Morando, ha espresso parere contrario sugli emendamenti sui quali il relatore ha evidenziato la carenza o inidoneità della quantificazione o copertura e su quelli in relazione ai quali ha rilevato l’opportunità di acquisire il parere del Governo.

La V Commissione ha quindi espresso parere contrario sulla proposta emendativa Ciprini.

PressGiochi