27 Novembre 2021 - 16:08

Decreto Fiscale: emendamento dei relatori conferma a Trento e Bolzano le entrate dai giochi

Prosegue il lavoro delle Commissioni Finanze e Lavoro del Senato in merito al decreto fiscale. In questi giorni si stanno valutando gli emendamenti presentati. Nella giornata di ieri i relatori

25 Novembre 2021

Print Friendly, PDF & Email

Prosegue il lavoro delle Commissioni Finanze e Lavoro del Senato in merito al decreto fiscale. In questi giorni si stanno valutando gli emendamenti presentati. Nella giornata di ieri i relatori Emiliano Fenu e Mauro Antonio Donato Laus hanno presentato l’emendamento 16.0.1000, che riprende numerosi e differenti emendamenti presentati, e riconosce, tra l’altro, alle province autonome di Treno e di Bolzano delle somme relative alle entrate erariali derivanti dalla raccolta dei giochi; destina ai Comuni della Regione Siciliana contributi per l’efficientamento del processo proprio di riscossione delle entrate, individuando altresì i criteri per il relativo riparto; riconosce un contributo ai Comuni sedi di capoluogo di Città metropolitana con determinate soglie di disavanzo; istituisce un fondo con dotazione di 600 milioni quale contributo statale a titolo definitivo alle ulteriori spese sanitarie collegate all’emergenza rappresentate dalle Regioni e Province autonome nell’anno 2021.

Il senatore Steger (Aut (SVP-PATT, UV)), presentatore di un emendamento di analogo tenore, ha chiarito come la proposta dei relatori intenda superare un contenzioso con le Province autonome relativo alle entrate derivanti dalla raccolta dei giochi.

Come si legge nell’emendamento presentato dai relatori “Al comma 7 dell’articolo 16 del decreto legge 21 ottobre 2021, n. 146, le parole: “a ciascuna provincia autonoma con riferimento alle entrate erariali derivanti dalla raccolta dei giochi con vincita in denaro di natura non tributaria per gli anni antecedenti all’anno 2022 è pari a 50 milioni di euro da erogare nell’anno 2021”, sono sostituite dalle parole: “alle province autonome di Trento e Bolzano con riferimento alle entrate erariali derivanti dalla raccolta dei giochi con vincita in denaro di natura non tributaria per gli anni antecedenti all’anno 2022 è pari a 90 milioni di euro per la Provincia autonoma di Trento e a 100 milioni di euro per la Provincia autonoma di Bolzano da attribuire nell’anno 2021”.

Il termine per la presentazione di subemendamenti agli emendamenti dei relatori è stato fissato per le ore 19 di oggi.

 

PressGiochi

Fonte immagine: Foto Roberto Monaldo / LaPresse 10-12-2018 Roma Politica Senato - Commissione Bilancio - Legge di Bilancio Nella foto Un momento dei lavori Photo Roberto Monaldo / LaPresse 10-12-2018 Rome (Italy) Senate - Budget law In the photo A moment of the work