26 Settembre 2020 - 10:43

De Magistris (Napoli): “Contro il gioco, intervenire con controlli e sanzioni”

Occorre parlare del problema del gioco perché non è problema di secondo livello ma illustrare il pericolo di questo fenomeno anche da un punto di vista delle infiltrazioni criminali che

30 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Occorre parlare del problema del gioco perché non è problema di secondo livello ma illustrare il pericolo di questo fenomeno anche da un punto di vista delle infiltrazioni criminali che possono verificarsi in questo settore. Lo ha dichiarato Luigi De Magistris, sindaco di Napoli in una intervista sulle problematiche del gioco d’azzardo patologico realizzata dagli studenti delle scuole della città.

“Si entra nel gap per gioco e poi è difficile uscirne. Do – ha detto De Magistris – la mia adesione all’iniziativa di avviare questa battaglia di civiltà e mi impegno in prima persona affinché il legislatore intervenga sulla questione, perché le istituzioni centrali ad oggi non sono neutrali ma favoriscono le lobby.

Bisogna scoraggiare chi intraprende questo tipo di attività e incoraggiare chi non lo fa. Lo abbiamo fatto nei mesi passati con incentivi per i locali no-slot, lo si può fare mettendo in atto tutti i controlli e le sanzioni per chi svolge attività che sono sicuramente da censurare.

Altro aspetto è quello dell’impegno delle scuole. Aiutare chi non è giovane è importante ma soprattutto occorre informare i più giovani che non possono riconoscere le insidie che ci sono dietro il gioco d’azzardo. E’ troppo facile oggi illudersi di risolvere la propria vita con una bella vincita”.

PressGiochi

 

Fonte immagine: Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, durante la conferenza stampa , oggi 30 giungo 2011 nella sede del comune di Palazzo San Giacomo, di presentazione del bilancio. ''Ci aspettavamo che il governo facesse qualcosa per Napoli e non lo ha fatto. Il decreto e' deludente e pilatesco''. Questo il commento del sindaco di Napoli Luigi De Magistris sul decreto rifiuti varato oggi dal Consiglio dei Ministri. ''Il decreto - ha detto De Magistris nel corso di una conferenza stampa in cui ha illustrato la delibera sul bilancio - serviva perche' qui abbiamo un'urgenza: ma cosi' non la risolve''. ANSA / CIRO FUSCO