24 Ottobre 2020 - 02:37

Danimarca. Forbrugerombudsmanden rigetta le critiche sulla nuova legge del marketing

L’organizzazione Forbrugerombudsmanden si attiene alle nuove regole che vietano la visualizzazione dei loghi dei marchi di gioco d’azzardo accanto a quelli delle banche.

19 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

L’organizzazione Forbrugerombudsmanden si attiene alle nuove regole che vietano la visualizzazione dei loghi dei marchi di gioco d’azzardo accanto a quelli delle banche. La nuova legge mira a impedire che i prodotti del gioco d’azzardo vengano promossi insieme a prodotti finanziari come prestiti e carte di credito, con l’idea di evitare qualsiasi suggerimento che i prodotti di credito vengano utilizzati come finanziamento a breve termine per il gioco d’azzardo. Ma le squadre di calcio hanno espresso la preoccupazione che le regole, entrate in vigore il 1 ° luglio, rendano insostenibili alcuni accordi di sponsorizzazione esistenti.

La Federcalcio danese (DBU) ha avvertito che le regole potrebbero danneggiare i rapporti con gli sponsor per quei club che ricevono sponsorizzazioni sia da società di servizi finanziari che da operatori di gioco d’azzardo, poiché i loghi non potranno più apparire insieme sull’abbigliamento della squadra né sugli sfondi delle interviste. La stessa DBU sarà influenzata dal momento che sia la squadra nazionale maschile che quella femminile sono sponsorizzate dalla banca Arbejdernes Landsbank e dal marchio di scommesse Danske Spil Oddset.

Oddset sponsorizza anche i club Aalborg BK e Aarhus Gymnastikforening (AGF), entrambi sponsorizzati anche dalle banche. Forbrugerombudsmanden ha respinto le critiche della DBU e ha confermato che la comparsa di loghi bancari e di gioco d’azzardo insieme sarà considerata una violazione della legge.

Il difensore civico ha affermato che sarebbe persino classificato come una violazione della legge se i loghi appaiano su superfici diverse ma fossero visti insieme, ad esempio se un giocatore con un logo sulla sua maglietta si trova di fronte allo sfondo di un’intervista che presenta l’altro logo, spiegando: “Forbrugerombudsmanden osserva che, nel progetto di legge la commercializzazione di nomi, loghi o altre caratteristiche delle società di prestito al consumo è coperta dal divieto, indipendentemente da dove si svolge la commercializzazione”.

Il direttore della DBU, Jakob Jensen, ha dichiarato in risposta: “Siamo sorpresi che la legislazione sia formulata in modo così ampio da influire sulla stretta collaborazione che abbiamo, sia per le squadre nazionali di calcio danesi che per i club. Allo stesso tempo, notiamo che diversi commentatori politici quest’estate hanno affermato che questa non è l’intenzione della legislazione. DBU ha avuto per diversi anni Arbejdernes Landsbank Bank e Oddset / Danske Spil come partner sia per la squadra nazionale maschile che per la squadra nazionale femminile. Questo è il motivo per cui ci preoccupa che tutto questo potrebbe avere un effetto dannoso come suggerisce la risposta del difensore civico”.

 

 

PressGiochi