01 Ottobre 2020 - 05:41

Curcio (Sapar): “Regioni e comuni, grave errore se accettano proposta del governo sul gioco”

“Un ulteriore spot elettorale, ma in realtà la filosofia del governo è la stessa: ‘regali a pochi, disagi e problemi per molti’”. Così il presidente dell’Associazione Nazionale Sapar Raffaele Curcio,

17 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

“Un ulteriore spot elettorale, ma in realtà la filosofia del governo è la stessa: ‘regali a pochi, disagi e problemi per molti’”.

Così il presidente dell’Associazione Nazionale Sapar Raffaele Curcio, a poche ore dalla Conferenza Unificata nella quale Enti locali e governo dovrebbero sottoscrivere il documento sul riordino dei giochi.

“Se dovessero venire accettate le proposte del governo sull’effimera riduzione – ha sottolineato Curcio – , partirebbe subito il bando per le migliaia di sale che ospiteranno gioco, rimanendo al di fuori dei divieti di orari e distanze. Risultato: nessuna tutela per il giocatore problematico anzi maggiore isolamento, migliaia di aziende chiuderanno e conseguente perdita di centinaia di migliaia di posti di lavoro”.

Chiosa quindi il presidente Sapar: “L’unico risultato che otterremo sarà che il gioco rimarrà inalterato in mano a pochi soggetti diventando sempre più aggressivo, rivalutando così l’illegalità. Auspico vivamente che Presidenti di Regione e Sindaci riflettano e chiedano con forza una riforma organica sul gioco che non sia solo un paravento”.

PressGiochi