29 Settembre 2020 - 16:26

CTD impugna diniego del Questore e il Tar Lazio rinvia il tutto ai giudici lombardi

Un Ctd legato al bookmaker Maltese Centurion Bet ha impugnato il provvedimento con il quale il Questore di Milano ha dichiarato l’irricevibilità dell’istanza di rilascio della licenza ex art. 88

30 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Un Ctd legato al bookmaker Maltese Centurion Bet ha impugnato il provvedimento con il quale il Questore di Milano ha dichiarato l’irricevibilità dell’istanza di rilascio della licenza ex art. 88 tulps per l’attività di trasmissione dati inerenti proposte negoziali di scommesse in favore della soc. maltese Centurion BET Ltd.

Il Tar Roma “Ritenuto che il TAR Lazio non è competente a decidere la controversia, essendo competente il TAR Lombardia – sede di Milano, in quanto, con sentenza n. 174/2014, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 135, comma 1, lettera q-quater), del decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 (Attuazione dell’articolo 44 della legge 18 giugno 2009, n. 69, recente delega al governo per il riordino del processo amministrativo), nella parte in cui prevede la devoluzione alla competenza inderogabile del Tribunale amministrativo regionale del Lazio, sede di Roma, delle controversie aventi ad oggetto i provvedimenti emessi dall’autorità di polizia relativi al rilascio di autorizzazioni in materia di giochi pubblici con vincita in denaro”, ha dichiarato l’incompetenza del Tar Romano e rinviato il caso al giudice amministrativo lombardo.

PressGiochi