15 Agosto 2020 - 01:58

Covid-19. Corte dei Conti: “Sale giochi, tra i settori più colpiti”

“Attraverso interventi di natura fiscale per oltre 2,1 miliardi sono disposte misure di sostegno alle famiglie e alle imprese. Alcuni adempimenti fiscali, come le ritenute alla fonte e il versamento

25 Marzo 2020

Print Friendly, PDF & Email

“Attraverso interventi di natura fiscale per oltre 2,1 miliardi sono disposte misure di sostegno alle famiglie e alle imprese. Alcuni adempimenti fiscali, come le ritenute alla fonte e il versamento dei contributi, sono stati posticipati senza oneri di mora: per i settori più colpiti (turistico-alberghiero, termale, trasporti passeggeri, ristorazione e bar, cultura, sport, parchi divertimento, eventi, sale gioco) è prevista la sospensione dei contributi; per i contribuenti fino a 2 milioni di fatturato sono sospesi i versamenti Iva e i contributi di marzo; è riconosciuto un credito d’imposta per botteghe e negozi per il 60 per cento delle spese di affitto di marzo; sono riconosciuti crediti d’imposta sulle spese di sanificazione degli ambienti di lavoro; sono sospesi i termini per la riscossione delle cartelle esattoriali e per le attività dell’Agenzia delle Entrate”.

 

E’ quanto si legge nella “Memoria della Corte dei conti sul decreto-legge n. 18/2020 recante misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da covid-19 (AS 1766)” inviata oggi alla Commissione V (Bilancio) del Senato della Repubblica ove è all’esame la conversione in legge del decreto.

 

PressGiochi