20 Settembre 2020 - 05:59

Costa (Min. Aff. Regionali): “Inserirò mio rappresentante nell’Osservatorio sul gioco d’azzardo patologico”

“Sul gioco d’azzardo si deve risolvere una contraddizione – ha risposto il ministro agli affari regionali Enrico Costa alle questioni poste dalla senatrice Bencini in merito al paventato aumento del

13 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

“Sul gioco d’azzardo si deve risolvere una contraddizione – ha risposto il ministro agli affari regionali Enrico Costa alle questioni poste dalla senatrice Bencini in merito al paventato aumento del numero di slot machine avvenuto nel 2015 – . Lo dico al di la` della delega agli affari regionali, che mi porta, in Conferenza unificata, a presiedere un rapporto tra Governo ed enti locali. Vi e` una contraddizione tra uno Stato che non puo` prescindere da un’entrata e lo stesso Stato che avvia delle politiche per contrastare determinati rischi. Ho chiesto, proprio su questo tema, al Ministro dell’economia e delle finanze e al Ministro della salute di inserire un mio rappresentante nell’ambito dell’Osservatorio

per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave, un organismo istituto in attuazione della legge di stabilita` 2015, proprio perche´ sono convinto che tale dipendenza incida pesantemente sulle relazioni familiari”.

 

“Lo Stato – ha risposto la senatrice dell’IDV Bencini –  ricava una grande entrata dal gioco d’azzardo. Probabilmente tale entrata e` piu` alta della spesa che poi affronta per curare le ludopatie. Ma purtroppo non viene quantizzato il
danno sociale, patrimoniale e non patrimoniale del soggetto che cade in questa dipendenza. Mi fa piacere che nella legge di stabilita` sia stato stabilito – scusate il gioco di parole – che venga nominata una figura competente, che lo affianchera` nel suo Ministero, per capire meglio quello che avviene intorno al gioco d’azzardo. Se un primo passo e` stato fatto, anche con l’eliminazione della pubblicita` in televisione nelle ore diurne, pero` questo non e` sufficiente a fare una prevenzione e a creare una persuasione morale e una cultura del non gioco d’azzardo. Quindi implementare in tempi brevi la non offerta di gioco credo che debba essere la strada prioritaria di questo Governo, ovviamente in questa materia”.

 

PressGiochi

Fonte immagine: 22/05/2013 Roma, un caffè con... Enrico Costa