20 Giugno 2021 - 02:34

Corte dei conti. Squitieri su Stabilità: “Incerte le entrate una tantum come le gare sui giochi”

Il presidente della Corte dei Conti Raffaele Squitieri è in queste ore in audizione presso le commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato per l’indagine sulla legge di Stabilità 2016.

03 Novembre 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Corte dei Conti Raffaele Squitieri è in queste ore in audizione presso le commissioni Bilancio riunite di Camera e Senato per l’indagine sulla legge di Stabilità 2016.

 

Per Squitieri, la manovra è bocciata su pensioni, contratti Pa e clausole di salvaguardia.

 

“Nel percorso programmatico di finanza pubblica permangono aspetti critici che attengono innanzitutto – ha sottolineato il presidente della Corte de Conti – alla tenuta del quadro di riferimento per i prossimi anni. Le difficoltà di un sistema di prelievo riferito a fonti di gettito ‘una tantum’ o di prelievo sostitutivo che si concretizzano in un anticipo di gettito futuro in cambio di un ridimensionamento della pretesa erariale. Si tratta, nell’insieme di circa 3 miliardi (concentrati quasi completamente sul 2016), attesi dalle gare dei comparto giochi e scommesse e dalla voluntary disclosure, oltreché dalla reiterazione di operazioni di rivalutazione dei beni d’impresa e di rideterminazione dei valori di acquisto di terreni e partecipazioni”.

 

Squinzi (Confindustria) su Stabilità: “Si interviene sui soliti capitoli; il settore dei giochi necessità di una riforma organica”

PressGiochi