25 Settembre 2020 - 07:52

Contenzioso tributario: nel primo trimestre crescono del 10% i ricorsi verso ADM

Nel periodo gennaio-marzo 2015, i ricorsi pervenuti complessivamente nei due gradi di giudizio sono stati 78.992, con un incremento del 4,54% (pari a 3.429 ricorsi) rispetto all’analogo periodo del 2014.

30 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Nel periodo gennaio-marzo 2015, i ricorsi pervenuti complessivamente nei due gradi di giudizio sono stati 78.992, con un incremento del 4,54% (pari a 3.429 ricorsi) rispetto all’analogo periodo del 2014. In particolare, sono pervenuti 60.885 ricorsi presso le Commissioni tributarie provinciali e 18.107 appelli presso le Commissioni tributarie regionali.

Confrontando il numero dei ricorsi pervenuti nelle Commissioni tributarie provinciali nel primo trimestre con gli analoghi periodi degli anni precedenti, si osserva un lieve incremento pari allo 0,30% rispetto al 2014

 

Nel trimestre in esame, il 46,58% del totale dei ricorsi presentati vede coinvolta come parte processuale l’Agenzia delle Entrate – Uffici Entrate 1; seguono i ricorsi che coinvolgono gli Enti Territoriali (24,47%) e Equitalia (18,21%). Rispetto al primo trimestre 2014, cresce il contenzioso avverso Equitalia (+76,29% pari a 4.797 ricorsi), gli Altri Enti (+19,31% pari a 1.012 ricorsi), l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (+10,69% pari a 81 ricorsi) e l’Agenzia Entrate – Uffici Entrate (+9,11% pari a 2.368 ricorsi), compensato dalla riduzione del contenzioso verso l’Agenzia Entrate – Uffici Territorio (-72,00% pari a -6.410 ricorsi) e gli Enti Territoriali (-8,73% pari a -1.425 ricorsi).

PressGiochi