22 Settembre 2020 - 12:21

Contenziosi tributari: si riducono del 7,35% i ricorsi contro i Monopoli

Sassari. Fingevano di giocare, ma svaligiavano le slot alterandone il funzionamento. Denunciate quattro persone Umbria. Bocciato emendamento per stanziare 100mila euro per interventi di prevenzione e contrasto al GAP Nel

21 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Sassari. Fingevano di giocare, ma svaligiavano le slot alterandone il funzionamento. Denunciate quattro persone

Umbria. Bocciato emendamento per stanziare 100mila euro per interventi di prevenzione e contrasto al GAP

Nel periodo luglio-settembre 2016 le controversie tributarie pendenti (497.117) si sono ridotte di circa il 9,2%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a conferma di un trend positivo già iniziato dal 2012. Per la prima volta la giacenza scende sotto la soglia delle 500 mila unità. Lo conferma il MEF nel rapporto trimestrale del contenzioso tributario delle Commissioni.

 

Tra i ricorsi pervenuti, rispetto al terzo trimestre 2015, il decremento registrato è riscontrabile nei confronti dell’Agenzia dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che segna un – 7,35%.

Tra gli Enti impositori che registrano la percentuale più alta di esiti completamente favorevoli risultano essere risulta anche l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli con il 53,50%, il cui valore economico costituisce il 63,98% del valore complessivo delle controversie contro lo stesso Ente;

Infine, sugli appelli pervenuti, rispetto al terzo trimestre 2015, cresce in termini percentuali il contenzioso avverso Equitalia (+37,00%) e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (+13,30%).

 

PressGiochi

Fonte immagine: Fonte ADM