22 Settembre 2020 - 20:31

Contenziosi tributari. Nel terzo trimestre si riduce il numero di ricorsi contro i Monopoli

Nel periodo ottobre-dicembre 2015, i ricorsi pervenuti complessivamente nei due gradi di giudizio sono stati 64.016, con un decremento del 7,70% (pari a -5.342 ricorsi) rispetto all’analogo periodo del 2014.

22 Marzo 2016

Print Friendly, PDF & Email

Nel periodo ottobre-dicembre 2015, i ricorsi pervenuti complessivamente nei due gradi di giudizio sono stati 64.016, con un decremento del 7,70% (pari a -5.342 ricorsi) rispetto all’analogo periodo del 2014.

In particolare, sono pervenuti 45.705 ricorsi presso le Commissioni tributarie provinciali e 18.311 appelli presso le Commissioni tributarie regionali.

Tra i ricorsi pervenuti, rispetto al quarto trimestre 2014, il decremento descritto è riscontrabile nei confronti di tutti gli Enti impositori, tra cui l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli che ha registrato un -27,90%.

Per quanto riguarda invece gli esiti dei ricorsi decisi, l’ADM è tra gli Enti impositori che hanno registrato la percentuale più alta di esiti completamente favorevoli con il 54,98%, il cui valore economico costituisce il 42,59% del valore complessivo delle controversie contro lo stesso Ente.

Per quanto attiene infine gli appelli pervenuti, rispetto al quarto trimestre 2014, cresce in termini percentuali il contenzioso avverso l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (+40,68%).

Il valore complessivo delle controversie instaurate nel quarto trimestre 2015 ammonta a circa 2.715,89 mln di euro, inferiore del 10,61% rispetto al valore rilevato nel quarto trimestre 2014 (3.038,10 mln di euro).

 

PressGiochi