27 Ottobre 2020 - 15:57

Consiglio di Stato: respinta la richiesta di una sala vlt di Bolzano

“Nel bilanciamento degli opposti interessi, da una parte con la chiusura parziale dell’attività si tratta di evitare pericoli in relazione alle finalità di contrasto alla ludopatia ( ritenute sussistenti dal

13 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Nel bilanciamento degli opposti interessi, da una parte con la chiusura parziale dell’attività si tratta di evitare pericoli in relazione alle finalità di contrasto alla ludopatia ( ritenute sussistenti dal giudice di prime cure alla luce del criterio del tempus regit actum che appare ragionevolmente applicato anche in relazione all’esistenza di servizi socio-sanitari facenti capo a via Innsbruck ) e dall’altra parte il danno lamentato si appalesa di natura economica e quindi risarcibile per equivalente e non è connotato da estrema gravità ed urgenza tale da fondare un potere dovere di intervento del Presidente della Sezione”.

A questa conclusione è giunto il Consiglio di Stato, fissando la camera di consiglio del 15 ottobre 2020 nell’appello proposto da una sala giochi nel complesso Kampill Center di Bolzano colpevole di trovarsi a meno di 300 metri di distanza dai siti “sensibili” identificati nella clinica odontoiatrica Mirò e nella sede della Comunità Comprensoriale Salto-Sciliar.

 

PressGiochi