15 Agosto 2020 - 04:33

Consiglio di Stato: anche il giardino pubblico rientra tra i luoghi sensibili all’azzardo

“E’ accertata la prossimità del nuovo centro scommesse, ad una distanza di appena 365 metri, rispetto a un giardino pubblico, posto in via Livornese est, località Turchia, anche all’esito dell’istruttoria

31 Luglio 2020

Print Friendly, PDF & Email

E’ accertata la prossimità del nuovo centro scommesse, ad una distanza di appena 365 metri, rispetto a un giardino pubblico, posto in via Livornese est, località Turchia, anche all’esito dell’istruttoria svolta dal Tribunale amministrativo regionale per la Toscana, ed apparendo legittima l’inclusione del giardino pubblico tra i luoghi sensibili, ove transitano e sostano soggetti tra i più esposti alla minaccia della ludopatia, quali anziani e giovani”.

Così il Consiglio di Stato ha dichiarato corretta l’interpretazione del Tar Toscana relativa ai luoghi sensibili al gioco d’azzardo nella lotta alla ludopatia intrapresa dal Consiglio dell’Unione Valdera che ha portato il Questore di Pisa a negare la licenza ex art. 88 del T.U.L.P.S. per l’esercizio della raccolta delle scommesse di un nuovo centro.

Come ha chiarito Palazzo Spada: “la delicatezza delle plurime questioni qui controverse afferenti alla lotta contro la ludopatia, certo bisognosa di approfondimento nel merito, costituisce ragione per compensare interamente tra le parti le spese della presente fase cautelare”.

 

PressGiochi