01 Ottobre 2020 - 17:50

Comm. Finanze. Causi (Pd): “Restano inattuate le disposizioni della Delega relative ai giochi”

Marco Di Maio e Marco Causi del Pd esaminando ieri in commissione finanze della Camera i decreti attuativi della Delega fiscale hanno entrambi ricordato come la stessa delega conferita al

08 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Marco Di Maio e Marco Causi del Pd esaminando ieri in commissione finanze della Camera i decreti attuativi della Delega fiscale hanno entrambi ricordato come la stessa delega conferita al Governo che prevede di perseguire l’obiettivo generale della riduzione della pressione tributaria sui contribuenti, reca, oltre ai principi di delega generali e alle procedure di delega, i principi e criteri direttivi di delega specifici per una vasta serie di materie tra cui la disciplina dei giochi pubblici (articolo 14).

In tale contesto rammenta che il 27 giugno 2015 è scaduto il termine per l’attuazione della delega, il quale tuttavia, in conseguenza delle modifiche apportate all’articolo 1 della citata legge n. 23 del 2014 dall’articolo 1, comma 2, lettera a), della legge n. 34 del 2015, di conversione del decreto – legge n. 4 del 2015, è prorogato fino al 27 settembre 2015 per l’emanazione degli schemi di decreto trasmessi da Governo alle Camere entro la predetta data del 27 giugno. Restano quindi inattuate o parzialmente attuate le altre parti della delega stessa non comprese negli schemi di decreto legislativi finora richiamati, in particolare per quanto riguarda la revisione della disciplina dei giochi pubblici e rilancio del settore ippico (articolo 14 della legge n. 23).

PressGiochi