23 Settembre 2020 - 10:59

Collegato Agricolo. Gasparri (Fi): “Importanti risposte date alla filiera dell’ippica”

Il disegno di legge “collegato agricolo”, già approvato in prima lettura, torna all’esame per la terza lettura, dopo l’approvazione da parte della Camera di un testo che contiene una notevole

06 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il disegno di legge “collegato agricolo”, già approvato in prima lettura, torna all’esame per la terza lettura, dopo l’approvazione da parte della Camera di un testo che contiene una notevole serie di modifiche rispetto a quello approvato dal Senato.

Nella propria relazione al disegno, il senatore Roberto Formigoni (Ap) ricorda gli interventi previsti relativamente al comparto ippico.

“Il comma 3 dell’attuale testo – spiega Formigoni – è del tutto nuovo e direttamente correlato alla nuova delega, come accennato, in merito al riassetto del settore ippico nazionale, di cui la disposizione in esame contiene i criteri direttivi, elencati dalle singole lettere.

La lettera a) dispone il riordino delle competenze ministeriali in materia di ippica, incluse quelle riguardanti i diritti televisivi relativi alle corse, la disciplina delle scommesse, la permanenza degli attuali livelli di gettito da destinare al finanziamento della filiera, la riduzione delle aliquote da destinare all’erario a fronte di un eventuale aumento della raccolta delle scommesse.

La lettera b) prevede l’individuazione di un organismo cui demandare le funzioni di organizzazione degli eventi ippici e di rendicontazione e ripartizione delle risorse provenienti dalle scommesse e dai finanziamenti statali, oggetto rispettivamente delle lettere d) ed e), garantendo una rappresentanza delle diverse categorie degli operatori del settore nella struttura organizzativa.

La lettera e) stabilisce, per detto organismo, una qualificata partecipazione, per i primi cinque anni, di rappresentanti dei Ministeri delle politiche agricole alimentari e forestali e dell’economia e delle finanze negli organi gestionali e un successivo apposito organo di vigilanza sulla gestione dello stesso.

I criteri direttivi della delega concernente il riordino dell’assistenza tecnica agli allevatori e la disciplina della riproduzione animale, oggetto dell’attuale comma 4, sono stati modificati sia con la soppressione della funzione di tenuta del libro genealogico delle razze equine sportive alle relative associazioni di allevatori, sia con la modifica, nell’attuale lettera f), riguardante la possibilità di integrare il finanziamento statale finalizzato alle attività gestionali dei libri genealogici mediante fonti di autofinanziamento delle organizzazioni riconosciute. È inoltre stata introdotta una lettera g), che prevede l’accessibilità dei dati necessari per la prestazione dei servizi di consulenza aziendale da parte degli organismi riconosciuti, pubblici o privati”.

 

Per Maurizio Gasparri di FI: “Molto importante è la risposta data ad alcune filiere, come l’ippica, che si trova in una situazione di gravissima difficoltà. Con la delega al Governo per la riforma del sistema ippico nazionale, l’Esecutivo è impegnato ad attivarsi con urgenza per garantire una nuova forma di governance in grado di rilanciare un settore che nel nostro Paese può contare, oltre che su una grande tradizione, su un ingente patrimonio di razze, di competenze, di strutture dedicate”.

PressGiochi