13 novembre 2019
ore 16:59
Home Estero Codere si affida a Credit Suisse per la gestione delle filiali non redditizie: a rischio anche l’Italia

Codere si affida a Credit Suisse per la gestione delle filiali non redditizie: a rischio anche l’Italia

Secondo fonti finanziarie Codere sta lavorando ad una alleanza con la multinazionale americana Hard Rock Café e si è affidata a Credit Suisse per ottenere il finanziamento necessario. Il Gruppo spagnolo, in perdita nel mercato argentino, ha richiesto alla Banca svizzera la consulenza per due aspetti. Il primo, appunto, per ottenere il finanziamento necessario per sviluppare un'alleanza con la multinazionale americana Hard Rock Café, con la quale l'azienda spagnola intende costruire un resort di lusso con casinò incluso. Il secondo, per valutare le filiali e attività non redditizie, paese per paese, in vista di una eventuale vendita. Codere ha dato mandato a Credit Suisse dopo che il 2018 si è concluso con perdite di 40,4 milioni di euro. Numeri rossi che sono stati ripetuti anche nel primo trimestre del 2019, con perdite di 3,6 milioni e ricavi in ​​calo, a causa dell'impatto sul gruppo della situazione dell'economia argentina...
SHARE
Codere si affida a Credit Suisse per la gestione delle filiali non redditizie: a rischio anche l’Italia

Secondo fonti finanziarie Codere sta lavorando ad una alleanza con la multinazionale americana Hard Rock Café e si è affidata a Credit Suisse per ottenere il finanziamento necessario.

Il Gruppo spagnolo, in perdita nel mercato argentino, ha richiesto alla Banca svizzera la consulenza per due aspetti. Il primo, appunto, per ottenere il finanziamento necessario per sviluppare un’alleanza con la multinazionale americana Hard Rock Café, con la quale l’azienda spagnola intende costruire un resort di lusso con casinò incluso. Il secondo, per valutare le filiali e attività non redditizie, paese per paese, in vista di una eventuale vendita.

Codere ha dato mandato a Credit Suisse dopo che il 2018 si è concluso con perdite di 40,4 milioni di euro. Numeri rossi che sono stati ripetuti anche nel primo trimestre del 2019, con perdite di 3,6 milioni e ricavi in ​​calo, a causa dell’impatto sul gruppo della situazione dell’economia argentina.

In Argentina, Codere ottiene quasi il 40% del suo utile operativo e già lo scorso anno è stato ridotto della metà a causa della svalutazione del peso.

Nel primo trimestre, le filiali in Argentina, Colombia e Panama hanno registrato un calo significativo dei loro ricavi, mentre l’EBITDA è diminuito del 23% in Italia a causa di un’aliquota fiscale sul settore dei giochi nonostante l’aumento del fatturato. La società sta analizzando se deve lasciare questi paesi o effettuare un’acquisizione con la quale migliorare i propri risultati operativi attraverso maggiori volumi e sinergie nei costi.

Credit Suisse consiglia a Codere il potenziale acquisto di 17 casinò in Messico dal gruppo audiovisivo Televisa.

Credit Suisse starebbe quindi cercando finanziamenti per affrontare questa operazione e anche per costruire un resort di lusso con l’Hard Rock Café nello stesso Messico, dove la compagnia statunitense gestisce già quattro stabilimenti. In particolare, uno a Cancun, un altro a Cozumel, un terzo a Los Cabos e l’ultimo a Lázaro Cárdenas. L’accordo è che il gruppo americano gestirà l’attività alberghiera, mentre Codere sarà responsabile dello spazio dedicato al gioco.

Queste operazioni si svolgono nello stesso momento in cui il consiglio di amministrazione prepara la prossima assemblea generale degli azionisti, che si terrà il 27 giugno, durante la quale probabilmente si assisterà all’ennesimo scontro tra la famiglia fondatrice del gruppo, i Sampedro Martinez, e i rappresentanti dei fondi di investimento che negli ultimi mesi hanno preso il controllo dell’azienda.

 

PressGiochi

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN