19 ottobre 2019
ore 00:13
Home Estero Codere. Sampedro scalzato dai fondi di investimento; in vista probabile matrimonio con Cirsa

Codere. Sampedro scalzato dai fondi di investimento; in vista probabile matrimonio con Cirsa

SHARE
Codere. Sampedro scalzato dai fondi di investimento; in vista probabile matrimonio con Cirsa

A quasi due anni dalla ristrutturazione di Codere e dall’ingresso di fondi di investimento che nell’aprile 2016 hanno rifinanziato il debito della multinazionale spagnola attiva nel settore del gioco, una fazione degli investitori, guidata dal Silver Point Finance, con un colpo di mano a sorpresa ha ottenuto il sostegno necessario per destituire dalla presidenza José Antonio Martínez Sampedro. La decisionesarà definitiva dopo il consiglio del 12 gennaio prossimo.

 

Martínez Sampedro e suo fratello Luis Javier controllano il 19,37% della società attraverso le attività di quelle che erano le società Masampe, Recreativos e M Global Solutions.

Il gruppo, si trovava in una fase relativamente tranquilla, dopo una dura ristrutturazione che si è chiusa nel 2016 e ha portato a migliaia di licenziamenti. Tuttavia, la calma è si è trasformata in tempesta quando il consiglio si è ribellato.

La composizione del consiglio è la chiave per comprendere la situazione. Martinez Sampedro ha tre posti e la possibilità di eleggere un quarto attraverso i piccoli azionisti. Silver Point Finance, con il 21,6% delle azioni, è il primo azionista della società e ha due seggi. Il gruppo “di resistenza” formato da  Silver Point, Contrarian (9,9%) e Abrams (8,7%), ha un altro consulente, lo spagnolo Manuel Martinez Fidalgo. A questi si aggiungono due amministratori indipendenti Norman Sorensen-Valdez, CEO di Principal, e Matt Turner, vice presidente del Guardian Capital. Infine, c’è il consigliere nominato da Martinez Sampedro, il milionario ex ambasciatore degli Stati Uniti in Spagna, Joseph Zappala. Nove in totale.

 

Nell’incontro di venerdì verrà annunciata che Martinez Sampedro terminerà il suo ruolo di amministratore delegato con sei voti favorevoli e tre contrari.

L’aritmetica? Semplice. I tre fondi comuni si aggiungono a tre che hanno ottenuto non solo il sostegno dei due indipendenti, ma anche quello del consulente che è stato nominato grazie al sostegno di Martínez Sampedro.

La ragione principale del cambiamento è legata, come al solito, a differenze di opinione sulla gestione dell’azienda. Ma ciò che rende questo caso diverso dagli altri è che, fino ad ora, la sintonia nel consiglio era assoluta.

Mentre Martinez Sampedro non vede alcuna possibilità di ulteriori tagli e ritiene che la società ha bisogno di sfruttare il buon momento esistente per fare investimenti verso la trasformazione digitale del mondo di gioco, i fondi ribelli hanno una visione a breve termine e si concentrano solo sulla riduzione dei costi.

 

Perché questa rapida escalation? Secondo alcuni pettegolezzi tutto sarebbe dovuto alla possibilità che Codere sta valutando di legarsi a Cirsa per creare un colosso del gioco. Un’operazione che avrebbe un senso strategico ma anche un problema serio: l’incompatibilità di Martínez Sampedro e del direttore generale di Cirsa, Joaquim Agut.

 

Anche se è molto probabile che Martinez Sampedro lascerà il suo ruolo venerdì, quasi certamente non lo farà senza combattere. Per riottenere il suo ruolo potrebbe convocare a breve un’Assemblea Straordinaria degli Azionisti il cui ordine del giorno dovrebbe includere diversi movimenti che potrebbero portare a un cambio di direzione. Il primo di questi cambiamenti dovrebbe essere, ovviamente, il licenziamento di cambiamento dei consiglieri che lo hanno tradito.

 

 

PressGiochi

 

 

L’argentino Vicente Di Loreto, nuovo amministratore delegato del gruppo Codere

 

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN