25 Ottobre 2020 - 14:42

Codere. Gli effetti delle legge di Stabilità non pesano sugli incassi del primo trimestre

Al 31 marzo 2015 il Gruppo Codere può contare in Italia un parco macchine di 1299 Vlt e 7.012 Awp con incassi medi giornalieri rispettivamente di 218,3 euro e 63,9

14 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Al 31 marzo 2015 il Gruppo Codere può contare in Italia un parco macchine di 1299 Vlt e 7.012 Awp con incassi medi giornalieri rispettivamente di 218,3 euro e 63,9 euro.

Il gruppo Codere, multinazionale referente nel settore del gioco, quotata in Borsa in Spagna, ha annunciato oggi i risultati consolidati del primo trimestre del 2015. Il fatturato durante il primo trimestre dell’anno segna un +5,3% rispetto al trimestre precedente e un +20,4% sul 2014. Questi dati riflettono principalmente il miglioramento aziendale e l’impatto del miglioramento dei tassi di cambio nel periodo considerato in Argentina, Messico e Panama, con variazioni rispettivamente di 7,1%, 7,5% e del 18,2%. A cambi costanti, i ricavi del primo trimestre sarebbe aumentato del 13,5% rispetto allo stesso periodo del 2014.

L’EBITDA ha raggiunto i €69,9mm nel primo trimestre del 2015, il 9,9% rispetto al precedente trimestre e il 44,7% in più rispetto allo stesso periodo di riferimento del 2014.

 

Italia

Per quanto riguarda l’Italia, il fatturato è aumentato del 6,8% nel 1 ° trimestre 2015, con un incremento di € 4,4 milioni rispetto al 1° trimestre 2014 grazie alla crescita degli introiti medi giornalieri sia per le VLT (12,2%) che per le Awp (4,2%), all’aumento di VLT installate, e in misura minore, al recupero degli utili nel settore del bingo.

Le spese sono aumentate del 10,6% nel 1 ° trimestre 2015 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a causa di un aumento delle imposte di gioco associati a maggiori ricavi, in combinazione con l’impatto dell’addizionale richiesta agli operatori di apparecchi da gioco nella “Legge Stabilità” varata a Dicembre 2014. L’EBITDA è pari a € 5,4 milioni nel 1 ° trimestre 2015, con un decremento del 28,9% rispetto al 1 ° trimestre 2014, pur mantenendo il trend di crescita annuale dal 1 ° trimestre 2014 (escludendo l’impatto delle penali della Corte dei Conti e della “Legge Stabilità” ).

PressGiochi