22 settembre 2019
ore 19:15
Home Cronaca Civitanova. Il Pd chiede incontro al questore su delibera contro il gioco d’azzardo

Civitanova. Il Pd chiede incontro al questore su delibera contro il gioco d’azzardo

SHARE
Civitanova. Il Pd chiede incontro al questore su delibera contro il gioco d’azzardo

I consiglieri del Pd chiedono un incontro al questore: «la delibera consiliare di Civitanova è in contrasto alla legge regionale».

Nel giorno in cui il ministro Matteo Salvini arriva a Civitanova per plaudere alla chiusura operata dal questore Antonio Pignataro di due punti vendita di canapa e cannabis light, il consigliere regionale Francesco Micucci, assieme ai consiglieri comunali Giulio Silenzi, Mirella Franco e Yuri Rosati chiedono un incontro a Pignataro per discutere di sale slot e gioco d’azzardo. Lo fanno dopo una sentenza del Tar che dà ragione all’operato della questura e respinge il ricorso di un privato, Goldblack srl, che aveva impugnato un provvedimento di diniego all’apertura. Il Tar nella sentenza respinge le richieste dei privati e avalla la legge regionale, annullando la validità, di fatto, di quella comunale.

 

«L’inerzia della giunta comunale nella lotta al gioco d’azzardo non è più tollerabile – scrivono gli esponenti del Pd – a più di un mese dalla sentenza con cui il Tar, respingendo il ricorso di un privato che si è visto negare dalla questura la licenza per l’apertura di una sala slot in città, ha demolito la delibera della giunta comunale n. 323/2018 sulla base della quale si voleva legittimare un’altra mega sala gioco scavalcando la normativa regionale, nulla si è mosso. Quella delibera, sebbene demolita dalla sentenza che la definisce in più passaggi in contrasto con la legge regionale, e perfino con i provvedimenti della questura di Macerata, non è stata ancora annullata o modificata. E nulla si muove anche sul fronte del regolamento per il contrasto alla ludopatia dopo due anni di ritardo. Gli orari di molte sale slot sono contro il regolamento vigente». Per queste ragioni il Pd firma una lettera per segnalare al questore Pignataro una vicenda che è in contrasto anche con i provvedimenti adottati sul territorio dalle forze di polizia contro il gioco d’azzardo chiedendo un incontro per riferire le valutazioni e le proposte per il contrasto alla ludopatia a Civitanova. «La delibera in questione purtroppo è tutt’ora in vigore, non è stata modificata dalla Giunta nei contenuti contestati dal Tar e che appaiono in chiaro contrasto con la normativa regionale, con gli atti emessi dalla questura di Macerata sia per il provvedimento in oggetto nel Comune di Civitanova che per altri casi analoghi in provincia di Macerata, e in conflitto con l’intero operato della questura da Lei presieduta – si conclude la lettera – nella costante azione di affermazione della legalità e contrasto al gioco d’azzardo nell’esclusivo interesse pubblico, ovvero la lotta alla ludopatia che dovrebbe coinvolgere tutte le istituzioni pubbliche».

 

 

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN