30 Settembre 2020 - 19:31

Citta di Castello (PG). Giocavano a poker online con carta di credito clonata arrestati dai carabinieri

Un paio di mesi fa un uomo residente a Città di Castello, controllando le spese effettuate con la carta di credito, si accorse che ignoti con tutta probabilità l’avevano clonata.

19 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Un paio di mesi fa un uomo residente a Città di Castello, controllando le spese effettuate con la carta di credito, si accorse che ignoti con tutta probabilità l’avevano clonata. Risultava infatti che il mezzo di pagamento era stato utilizzato per effettuare ricariche di diverse centinaia di euro in favore di due conti gioco di una nota società di scommesse on line. Il proprietario della carta, dopo averla bloccata, si è rivolto ai carabinieri della Stazione di Trestina, sporgendo formale denuncia querela.I militari hanno avviato complesse indagini che hanno permesso di individuare e denunciare gli autori della clonazione e della successiva appropriazione del denaro.Si tratta di due pregiudicati di 25 e 34 anni, con specifici precedenti di Polizia, entrambi residenti in Campania.I due, dopo essere riusciti a “catturare” i dati della carta di credito, che era stata utilizzata per effettuare acquisti in internet, hanno ricaricato di alcune centinaia di euro due distinti conti gioco utilizzati per effettuare scommesse e/o tornei di poker sul sito. Poco dopo hanno trasferito il denaro dal conto gioco a due postepay, che sono risultate intestate a loro. I carabinieri di Trestina, in collaborazione con i colleghi campani, sono riusciti a dimostrare che le postepay utilizzate erano effettivamente nella disponibilità degli intestatari. I due dovranno rispondere di frode informatica.

PressGiochi