28 Novembre 2020 - 03:11

Cina. Dieci anni di carcere per chi promuove il gioco d’azzardo transfrontaliero

Il Governo prevede di approvare una nuova legislazione che introdurrebbe una pena di 10 anni di carcere per aver organizzato o sollecitato i residenti del continente a partecipare ad attività

27 Ottobre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il Governo prevede di approvare una nuova legislazione che introdurrebbe una pena di 10 anni di carcere per aver organizzato o sollecitato i residenti del continente a partecipare ad attività di gioco d’azzardo all’estero. La modifica è presente nell’ultima versione di un emendamento al diritto penale cinese e sarebbe applicabile per i casi in cui la quantità di denaro in questione è considerata “grave” o che avrebbero ”gravi conseguenze”. Il Ministero della Pubblica Sicurezza cinese ha affermato che è fondamentale avere una legge più rigorosa dopo aver identificato che quasi 150 miliardi di dollari hanno lasciato la Cina per attività di gioco d’azzardo transfrontaliere nei primi nove mesi del 2020. Wilfred Wong Ying Wai, presidente dell’operatore di casinò di Macao Sands China Ltd, ha detto che il settore dei casinò di Macao non credeva che l’emendamento fosse rivolto a Macao. La città è l’unico territorio cinese in cui il gioco d’azzardo nei casinò è legale. Il sig. Wong ha detto: “Sappiamo che il Congresso nazionale del popolo sta ancora discutendo la forma finale della legislazione, ma dobbiamo ricordarci che l’obiettivo principale è davvero il gioco d’azzardo all’estero, comprese in particolare le scommesse su Internet e telefoniche”.

 

 

 

PressGiochi