19 Settembre 2020 - 14:23

Chiacchio (AGSI) a Vg21: “Al Governo chiediamo una riforma complessiva del settore giochi”

“Il nostro settore è stato molto bistrattato durante il lockdown. Siamo stati i primi a chiudere e gli ultimi a riaprire. Abbiamo organizzato un paio di manifestazioni per cercare un

12 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il nostro settore è stato molto bistrattato durante il lockdown. Siamo stati i primi a chiudere e gli ultimi a riaprire. Abbiamo organizzato un paio di manifestazioni per cercare un confronto con il Governo: era necessaria la riapertura delle attività e la creazione di un tavolo di confronto per una riforma complessiva del settore dei giochi oggi penalizzato dalle tante imposte. Ogni qualvolta il governo ha necessità di risorse aumenta i prelievi sulle scommesse e riduce i ricavi delle aziende del settore, un settore regolamentato dallo Stato italiano”.

 

Ad affermarlo al tg VG21 è Pasquale Chiacchio dell’Associazione Agsi.

 

In Campania – spiega – ogni comune regolamentava in maniera autonoma, così in Regione abbiamo contribuito a predisporre una legge regionale che oggi viene ritenuta tra le migliori a livello nazionale, prestando ovviamente grande attenzione alla lotta alla ludopatia conl a creazione di un Osservatorio ad hoc. Siamo i primi a voler tenere sotto controllo gli appassionati che potrebbero essere colpiti da questa malattia”.

 

 

 

Pubblicato da Pasquale Chiacchio su Martedì 11 agosto 2020

 

 

PressGiochi