17 settembre 2019
ore 19:11
Home In evidenza Cesena. Notevoli spese contro il GAP, ma un solo bar ha accettato gli incentivi per dismettere le slot

Cesena. Notevoli spese contro il GAP, ma un solo bar ha accettato gli incentivi per dismettere le slot

SHARE
Cesena. Notevoli spese contro il GAP, ma un solo bar ha accettato gli incentivi per dismettere le slot

Carmagnola (TO). Ordinanza del sindaco Gaveglio sugli orari del gioco d’azzardo

 

Il Vicesindaco di Cesena Carlo Battistini ha risposto ad un’interpellanza del consigliere Vittorio Valletta che ha chiesto di “quantificare” le spese nella lotta al GAP.

“Il Comune ha messo a disposizione 20mila euro nel 2016 per gli incentivi a dismettere le slot- ha commentato Battistini- Altri 4.875 euro sono andati al materiale informativo e all’attività di sensibilizzazione,   4.800 euro sono stati spesi per la sala utilizzata dall’Associazione Giocatori Anonimi presso il Centro Diurno la Meridiana, 98.000 euro sono state spese per le attività cliniche di psicodiagnostica, psicoterapia, valutazione psichiatrica, sostegno sociale, prevenzione attivate dal SERT. Per il progetto Infopoint turistici inoltre, per il quale un prerequisito è l’assenza di slot hanno goduto dello sgravio Cosap 35 esercizi (su 50 aderenti al progetto), per un importo di mancato incasso pari a 72.859 euro”.

Come in molti altri comuni in Italia, riguardo agli incentivi comunali per la dismissione delle slot un solo bar si è avvalso degli incentivi.

Altra parte dell’interrogazione era sulla pubblicità dell’azzardo nello sport, infatti in consigliere Valletta ha chiesto “per quale motivo anche nella stagione sportiva 2016-2017 sono ampiamente visibili numerose pubblicità di gioco d’azzardo all’interno dell’Orogel Stadium Dino Manuzzi, nonostante la concessione del 2014 lo vieti?”. Una richiesta particolare dato che proprio il sindaco di Cesena Lucchi, nel panorama nazionale è stato uno dei maggiori critici dell’accordo Intralot-Figc.

“Tali pubblicità- ha risposto Battistini- fanno parte sia di contratti che l’AC Cesena aveva stipulato con il concessionario precedentemente al 30.12.2014 – data di stipula del contratto di modifica della concessione per l’uso dello stadio comunale e dell’impianto di Villa Silvia – che di quelli imposti dalla Federazione o dalla Lega Calcio. I contratti stipulati dall’AC Cesena con la concessionaria della pubblicità andranno a scadere il 30.06.2018. Pertanto, a decorrere dal 01 luglio 2018 e quindi fin dalla prima gara ufficiale della stagione sportiva 2018-2019 non sarà più possibile alcuna forma di pubblicità al gioco d’azzardo, tranne quella derivante dai vincoli imposti dalla Federazione e dalla Lega Calcio”

Accordo Nazionale-Intralot. Il sindaco Lucchi “minaccia” Tavecchio di ritirare la candidatura di Cesena come sede della finale degli europei Under 21

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN