24 Settembre 2020 - 08:00

CE. Notificato dalla Germania progetto di legge su modifica procedura di concessione per scommesse sportive

Curcio (Sapar): “Divieti e proibizioni non tutelano giocatore ma solo grandi lobby” La Germania ha inviato alla Commissione Europea il nuovo progetto di legge recante la seconda modifica della convenzione di Stato sui

15 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Curcio (Sapar): “Divieti e proibizioni non tutelano giocatore ma solo grandi lobby”

La Germania ha inviato alla Commissione Europea il nuovo progetto di legge recante la seconda modifica della convenzione di Stato sui giochi d’azzardo. Nello specifico il progetto prevede la modifica della procedura di concessione per le scommesse sportive e nel dettaglio:
– Si abroga il contingentamento delle concessioni per le scommesse sportive per la durata della fase sperimentale; non risulta più necessario un processo di selezione (articolo 4b, paragrafo 5).
– Attraverso una disposizione transitoria – a decorrere dall’entrata in vigore della seconda modifica della convenzione di Stato – si consente in via provvisoria l’attività a tutti i richiedenti sottoposti a procedura di concessione che abbiano soddisfatto i requisiti minimi nell’ambito della procedura in corso.
– Inoltre, si trasferiscono ad altro Land le mansioni finora rientranti nella competenza del Land dell’Assia, come da richiesta di quest’ultimo.

Infine la disposizione transitoria di cui all’articolo 29, paragrafo 1, frase 3, è divenuta obsoleta e si può pertanto abrogare.

Attualmente la convenzione di Stato sui giochi d’azzardo prevede l’ammissione di fornitori privati di scommesse sportive a partire dal 1° luglio 2012; il monopolio statale delle scommesse è sospeso nel corso di una fase sperimentale di sette anni. Una limitazione dell’offerta attraverso un contingentamento delle concessioni risulta, sulla base della giurisprudenza della corte costituzionale finora in essere, tanto costituzionale quanto la procedura di concessione con decisione definitiva del collegio dei giochi d’azzardo dei Länder, quale organismo comune a tutti gli stessi (decisione della corte costituzionale bavarese del 25.09.2015). Nondimeno, la convenzione di Stato continua a non poter essere attuata, dal momento che i tribunali amministrativi assiani hanno rimandato il rilascio delle concessioni fino ad una decisione nel merito la cui tempistica non è stimabile (delibera del tribunale amministrativo assiano del 16.10.2015).

Attraverso una modifica puntuale della convenzione di Stato si conclude la tardiva regolamentazione del mercato delle scommesse sportive e si fa chiarezza per i fornitori e i terzi partecipanti (prestatori di servizi di pagamento, mezzi di comunicazione, circoli sportivi e federazioni sportive); nel contempo, si spiana alle autorità di sorveglianza sul gioco d’azzardo la strada per una messa al bando delle offerte non consentite sull’interezza dei territori. Si pone così termine alla progressiva erosione del quadro normativo.

Il progetto inviato in Commissione Europea prevede un periodo di stand still fino al 10 febbraio prossimo.

PressGiochi