28 Settembre 2020 - 23:15

CDS conferma la validità dei limiti orari del Comune di Napoli

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha respinto un ricorso contro il Comune di Napoli per la riforma dell’ordinanza cautelare del TAR Campania concernente la disciplina dell’orario di apertura

21 Dicembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha respinto un ricorso contro il Comune di Napoli per la riforma dell’ordinanza cautelare del TAR Campania concernente la disciplina dell’orario di apertura delle sale da gioco di Napoli.

Per il Consiglio di Stato “considerato che, nel bilanciamento fra i diversi interessi pubblici e privati che nel caso in esame vengono in rilievo – alcuni dei quali riguardanti la sfera dei diritti inviolabili quale quello alla salute – la Sezione ritiene preferibile l’opzione che consenta di pervenire alla decisione di merito in primo grado re adhuc integra_ vale a dire senza che vengano ulteriormente modificati, allo stato, gli orari fissati dal Comune di Napoli; per questi motivi il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) respinge l’appello

Il regolamento, ricordiamo, prevede la limitazione dell’orario di apertura delle sale autorizzate, dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23, validi tutti i giorni, festivi compresi. 

PressGiochi