01 Ottobre 2020 - 17:34

Caso del “bocciodromo di Tirano”. L’ex sindaco Del Simone: “Abbiamo revocato la gestione alla ditta perché volevano installare le slot”

Pietro Del Simone ribadisce la scelta “morale” le proprie azioni nella vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto. Quando era sindaco del Comune di Tirano (SO) infatti, avrebbe revocato la gestione

01 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Pietro Del Simone ribadisce la scelta “morale” le proprie azioni nella vicenda giudiziaria che lo vede coinvolto. Quando era sindaco del Comune di Tirano (SO) infatti, avrebbe revocato la gestione di un bocciodromo ad una ditta che voleva installare le slot machine. Da qui è partita la denuncia nei confronti della sua giunta per abuso d’ufficio e le indagini consecutive, attualmente in corso.

“Tornerei a rifare quest’azione come tre anni fa perché io e la mia giunta ci siamo comportati con grande determinazione e onestà per tutelare i nostri cittadini- ha dichiarato Del Simone- In questi giorni ho riguardato gli atti e sono convinto che siano tutti regolari . Provo un profondo rammarico per questa vicenda. Non ci siamo mai prestati a chissà quali disegni criminosi, semplicemente abbiamo revocato l’affidamento per autotutelarci e le carte parlano chiaro. Gli interessati alla gestione hanno dichiarato, e ci sono testimoni che lo possono accertare, di avere intenzione di installare 35 slot machine al bocciodromo, in una struttura dove giocano anche i bambini”.  “Sono tranquillo – conclude – e fiducioso nella magistratura”.

PressGiochi